,,

Coronavirus: parte l'indagine sui numeri 'reali' del contagio

Nella provincia di Bergamo, l'Ordine dei Medici teme che i dati su incidenza e frequenza di Covid-19 siano sottostimati

L’Ordine dei Medici della provincia di Bergamo ha iniziato un’indagine per calcolare i numeri reali dell’emergenza coronavirus sul territorio. Lo ha reso noto tramite una newsletter inviata agli iscritti e riportata dall’Ansa. I camici bianchi di una della zone più colpite d’Italia temono che i dati ufficiali siano inferiori alla realtà.

L’iniziativa servirà a “stimare la reale frequenza e la reale incidenza della patologia da Covid-19″, dato che potrebbero essere “largamente sottostimate per i noti motivi, in primis la mancanza di esecuzione di test a tappeto“.

L’indagine “deve avere il dono della rapidità“. Si tratterà quindi di “un rapido sondaggio, anche a scapito di una leggera imprecisione delle stime – d’altra parte le stime attuali sono largamente insufficienti”.

Per la ricerca è stato chiesto “a un gruppo di medici di Medicina generale, ben assortiti per distribuzione geografica, di fornire il numero di soggetti affetti da Covid-19 sulla base del riscontro clinico“.

Attraverso i numeri forniti si potrà ricavare “un dato di prevalenza, per sapere quanti pazienti hanno in corso o hanno superato l’infezione Covid-19, compresi i deceduti“.

Per la diagnosi “è richiesto un criterio clinico, come la presenza di almeno tre sintomi” tipici del nuovo coronavirus, “con o senza riscontri di diagnostica per immagini, anche senza l’esito di eventuale tampone eseguito”.

I medici di base del Bergamasco coinvolti dovranno dunque fornire tutti i dati a un epidemiologo indicato dall’Ordine, dopo aver compilato una tabella.

VirgilioNotizie | 29-03-2020 16:38

Coronavirus, l'arrivo a Verona dei 30 medici albanesi Fonte foto: Ansa
Coronavirus, l'arrivo a Verona dei 30 medici albanesi
,,,,,,,