,,

Coronavirus, l'Oms: "No all'ibuprofene in casi sospetti"

Dall'Organizzazione Mondiale della Sanità arriva l'esortazione a non auto-medicarsi con farmaci antinfiammatori in caso di sospetta infezione

No all’assunzione fai da te di farmaci antinfiammatori per proteggersi dal Covid-19. L’indicazione arriva dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che invita le persone a non prendere l’ibuprofene senza prima sentire il medico nel caso si sospetti un’infezione da coronavirus.

Raccomandiamo il paracetamolo, non l’ibuprofene, per l’automedicazione”, ha dichiarato in conferenza stampa a Ginevra il portavoce dell’Oms Christian Lindmeier.

La raccomandazione, riporta l’Ansa, è arrivata in seguito all’appello lanciato dal ministro della Sanità francese Olivier Veran a non usare in casi del genere farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) come l’ibuprofene.

Un recente articolo pubblicato su ‘Lancet’ ha infatto avanzato l’ipotesi che alcuni farmaci, incluso l’ibuprofene, possano aggravare le condizioni dei pazienti con Covid-19 che soffrono anche di altre patologie come l’ipertensione o il diabete.

Lindmeier ha dichiarato che non ci sono al momento degli studi che collegano l’ibuprofene con un aumento dei tassi di mortalità, aggiungendo che gli esperti sono al lavoro per chiarire la situazione.

L’Oms quindi raccomanda in caso di febbre o dolori di usare, su consiglio del medico, un antipiretico (aspirina o paracetamolo).

Sulla stessa linea anche il presidente della Società italiana di medicina generale (Simg) Claudio Cricelli, che a Repubblica ha dichiarato: “Gli antinfiammatori sono totalmente inefficaci nella cura del Covid 19 e anzi sono potenzialmente pericolosi per cui ne va impedito l’uso”.

VIRGILIO NOTIZIE | 17-03-2020 21:51

Coronavirus, vademecum: cosa fare in caso di sintomi e dubbi Fonte foto: Ansa
Coronavirus, vademecum: cosa fare in caso di sintomi e dubbi
,,,,,,,