,,

Coronavirus, cos'è la nebbia mentale: sintomi dopo la guarigione

La biologa Barbara Gallavotti ha lanciato un nuovo allarme: quali sono i sintomi della nebbia cognitiva anche dopo la guarigione

Una nuova conseguenza a lungo termine è emersa mesi dopo la guarigione dal Covid-19 e viene chiamata dagli esperti nebbia mentale o cognitiva. A parlarne è la biologa Barbara Gallavotti, presenza fissa a ‘DiMartedì’. Secondo l’esperta, il nuovo sintomo del coronavirus è spesso sottovalutato dai medici ma le sue conseguenze sono importanti.

Nebbia mentale: i sintomi del coronavirus dopo la guarigione

“Un modo con cui la descrive chi ci è passato è: mancanza di lucidità. Difficoltà a ricordare le cose e a concentrarsi. Senso di stanchezza“, così la biologa Barbara Gallavotti ha spiegato i sintomi della “nebbia cognitiva” in un’intervista su Repubblica.

Molti pazienti, infatti, hanno lamentato di dimenticare tragitti noti, ad esempio il percorso per tornare a casa, oppure numeri di telefono che prima del coronavirus conoscevano a memoria.

I problemi dell’annebbiamento cognitivo: parla la biologa Gallavotti

Nel suo intervento a ‘DiMartedì’, la dottoressa Gallavotti ha spiegato come è emersa la nuova conseguenza a lungo termine del Covid: “Nel procedere dell’epidemia ci si è resi conto che anche persone che non erano state ricoverate in ospedale e che avevano avuto sintomi lievi oppure medi, potevano avere conseguenze a medio-lungo termine come l’annebbiamento mentale”.

“Questo nuovo coronavirus – ha aggiunto durante la trasmissione in onda su La7 – si conferma un virus infido come lo era stato anche quello della Sars che in certi casi ha lasciato dei disturbi anche ad anni di distanza“.

Il problema, però, non è solo fisico: “Quello che le persone chiedono – ha sottolineato la biologa – è soprattutto di essere presi sul serio su queste cose perché un sintomo come l’affaticamento invincibile è estremamente debilitante nella vita quotidiana ma è anche il tipico sintomo che le persone che ci stanno intorno possono essere portate a trascurare un po'”.

“Magari – ha concluso Gallavotti – non viene nemmeno raccontato ai medici e se viene raccontato la risposta è ‘passerà’. Invece avere la consapevolezza che è una cosa comune e parlarne è già un grosso passo avanti”.

VirgilioNotizie | 25-11-2020 11:34

Long Covid, la sindrome del post guarigione: quali sono i sintomi Fonte foto: Ansa
Long Covid, la sindrome del post guarigione: quali sono i sintomi
,,,,,,,