,,

Coronavirus e fase 2, Ilaria Capua mette in guardia sul vaccino

Ilaria Capua sostiene che non sarà il vaccino a portarci fuori dall'emergenza, ma la responsabilità dei singoli cittadini

La virologa Ilaria Capua è intervenuta a DiMartedì, rispondendo a Giovanni Floris in merito ai vaccini per il coronavirus e all’ipotesi che possano essere pronti in breve tempo. L’esperta ha risposto con cautela: “Non sarà il vaccino che ci porterà fuori nell’immediato da questo incubo, innanzitutto bisogna vedere i risultati. Ci sono problemi di distribuzione, tutta una serie di altre questioni”.

Coronavirus, l’avvertimento di Ilaria Capua sul vaccino

“E io le dico che un vaccino che non ha fatto molta sperimentazione, che non abbia tutti i controlli a posto, ci penserei due volte prima di farlo”, ha poi aggiunto Capua.

“Perché i vaccini sono sicuri – si è affrettata a precisare la virologa – ma per fare vaccini sicuri ci vuole tempo e attenzione. Quindi è importante che i vaccini che verranno prodotti per il Covid abbiano tutte le caratteristiche di innocuità ed efficacia che hanno tutti i vaccini in commercio”.

Fase 2, l’appello di Ilaria Capua: “Ecco cosa possiamo fare”

Ilaria Capua, nel corso della trasmissione, ha poi lanciato un appello ai giornalisti per trasmettere un importante messaggio e per far sì che i contagi non aumentino di nuovo, nell’attesa di un vaccino sicuro: “Ognuno deve fare il suo pezzetto. Noi sappiamo che questo virus che si trasmette in determinate situazioni, come raggruppamenti di persone, perché c’è un contatto fisico tra la persona infetta e la persona non infetta”.

Per Capua, quindi, la soluzione più efficace è la prevenzione: “Che cosa possiamo fare noi adesso? Dobbiamo comportarci da persone serie perché la responsabilità è nelle nostre mani. Il distanziamento fisico non è uno scherzo, è una barriera naturale. Le norme igieniche aiutano a ridurre il contagio, ma anche altre problematiche di sanità pubblica come le infezioni da batteri multiresistenti”.

“Ci sono regole che vanno rispettate e non possono essere messe in atto solo dal Governo. Sono i cittadini i protagonisti, che devono sentirsi responsabili. Le cose da evitare sono raggruppamenti di massa, soprattutto in luoghi chiusi”, ha indicato la virologa, concludendo con un’esortazione: “Ognuno di noi si renda conto che è uno dei tasselli essenziali affinché il contagio si riduca e l’Italia possa ripartire”.

VirgilioNotizie | 06-05-2020 07:49

Coronavirus, gli esperti più credibili: i risultati del sondaggio Fonte foto: ANSA
Coronavirus, gli esperti più credibili: i risultati del sondaggio
,,,,,,,