,,

Coronavirus, casi polmonite a dicembre: Ausl Piacenza chiarisce

L'Ausl di Piacenza ha fatto chiarezza sull'ipotesi di un collegamento fra le polmoniti osservate a dicembre e l'epidemia di coronavirus in Italia

L’Azienda Usl di Piacenza ha escluso un legame tra il coronavirus e i casi di polmonite che si sono osservati nel Piacentino tra dicembre 2019 e gennaio 2020. Come riportato da ‘Ansa’, l’Ausl ha condotto degli studi sugli esami radiografici sui pazienti ricoverati per polmonite negli ospedali della zona, individuando 215 casi: tutti estranei al quadro clinico che si presenta quando sono in corso infezioni da Covid-19.

L’Ausl ha spiegato che in presenza del coronavirus si verifica “un quadro clinico immediatamente riconoscibile“, caratterizzato da addensamenti e opacità descritte dalla letteratura scientifica. Si tratta di elementi osservabili attraverso radiografie e Tc ad alta risoluzione del torace.

Coronavirus, Ausl: “Nessun caso di polmonite riconducibile a Covid-19”

Dopo aver revisionato le cartelle cliniche dei pazienti, è emerso che “nessuno dei casi di polmonite di dicembre e gennaio possa essere riconducibile a Covid-19″, e che le infezioni sono collegate “ad altre cause”.

Di conseguenza, specifica l’Ausl, “l’ipotesi che il picco di polmoniti di dicembre e gennaio possa essere anticipatorio o predittivo della successiva esplosione del contagio da Covid-19 alla fine di febbraio è da considerarsi categoricamente esclusa dalle evidenze scientifiche“.

Sui contagi nel Piacentino ha cercato di far luce la scorsa settimana anche un’inchiesta di ‘Report’, dove si avanzava l’ipotesi di un paziente 1 diverso dal 38enne di Codogno.

VirgilioNotizie | 05-04-2020 15:46

Coronavirus, quali sono i farmaci che si stanno sperimentando Fonte foto: ANSA
Coronavirus, quali sono i farmaci che si stanno sperimentando
,,,,,,,