,,

Coronavirus, Bossetti lancia l'allarme dal carcere: la lettera

L'uomo, condannato all'ergastolo per l'uccisione di Yara Gambirasio, ha scritto una lettera dal carcere

Massimo Giuseppe Bossetti, condannato in via definitiva all’ergastolo per l’uccisione di Yara Gambirasio, ha scritto una lettera sull’emergenza coronavirus al conduttore di ‘TeleLombardia’ Marco Oliva, anticipata dalla rivista ‘Oggi’. “Questo virus bastardo non guarda in faccia a nessuno e, anche se i colloqui con familiari e avvocati sono stati sospesi, qui rimangono ancora troppe figure che escono ed entrano quotidianamente. La preoccupazione di essere esposti al virus resta dunque alta“, ha scritto Bossetti.

Bossetti ha poi raccontato come sta vivendo questo periodo: “Avevo da poco intrapreso una attività lavorativa, riparavo macchinette del caffè, ma a causa del coronavirus è stato tutto sospeso per precauzione”.

Ancora Bossetti: “Per un bergamasco stare con le mani in mano a fissare il soffitto non esiste proprio. Mi dedico alla cucina impastando torte e pizze oppure leggo libri e giornali, mi occupo della pulizia della mia cella o guardo la tv. Ma dopo un po’ rompe pure lei”.

L’uomo condannato per l’uccisione di Yara Gambirasio ha poi chiosato: “Ora mi sembra di vivere in uno stato di assoluto abbandono, vivo col timore di perdere la famiglia che mi sono creato, l’unica cosa cara che mi è rimasta. Vorrei mandare un messaggio a mia moglie Marita e ai miei figli: siate forti”.

VirgilioNotizie | 15-04-2020 16:00

Coronavirus, Bossetti lancia l'allarme dal carcere: la lettera Fonte foto: Ansa
,,,,,,,