,,

Coronavirus: Conte annuncia fondi ai Comuni, l'Ue gela l'Italia

Il presidente del Consiglio ha annunciato nuove misure per affrontare l'emergenza coronavirus

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato  in conferenza stampa a Palazzo Chigi di aver firmato un nuovo Dpcm per l’emergenza coronavirus che dispone 4,3 miliardi di euro sul fondo di solidarietà dei Comuni, risorse che vengono anticipate rispetto alla scadenza iniziale.

“Aggiungiamo a questo fondo 400 milioni, un ulteriore anticipo che destiniamo ai comuni col vincolo di destinarlo alle persone che non hanno i soldi per non fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari”, ha affermato il premier.

“Sappiamo che tante gente sta soffrendo ma lo stato c’è, ha affermato Conte, “dobbiamo costruire una catena della solidarietà, nessuno sarà lasciato solo”.

Riguardo alle misure adottate per arginare la diffusione del coronavirus e alla scadenza del 3 aprile, il premier ha spiegato che “ci confronteremo a inizio settimana con gli esperti e confidiamo che ci portino ottime notizie. Noi ci manteniamo sempre vigili per adeguare le nostre valutazioni sulla base delle loro raccomandazioni”.

“Lo ha detto Azzolina e confermo anche io che la sospensione delle attività didattiche proseguirà ragionevolmente: non c’è una prospettiva di tornare dopo il 3 aprile alle attività didattiche ordinarie”, ha aggiunto Conte.

“Quanto alla sospensione delle attività produttive non essenziali non sappiamo ancora – ha dichiarato il premier -, è ancora troppo presto. Dall’inizio della settimana inizieremo a lavorarci: il governo ha adottato questa misura col massimo senso della responsabilità”.

Per quanto riguarda il reddito di emergenza: “Sicuramente sono allo studio un ventaglio di proposte. Siamo di fronte a un’emergenza sanitaria che si è tramutata un attimo dopo in emergenza economica. Non ci può essere una soluzione, ma un ventaglio di risposte vigorose”.

Coronavirus, l’Ue gela l’Italia: scontro sui coronabond

Intanto, nella crisi del coronavirus la Commissione europea non pianifica l’emissione di bond propri sui debiti. Lo ha affermato la presidente della Commissione Ursula von der Leyen in un’intervista alla Dpa. “Su questo ci sono chiari confini giuridici, e non c’è un piano. Non lavoriamo a questo”, ha affermato.

Von der Leyen sottolinea inoltre che “la parola coronabond è solo una sorta di slogan. Dietro c’è la grande questione delle garanzie. E su questo le riserve della Germania come di altri paesi sono giustificate”.

“Il compito della proposta non è rimesso alla presidente della commissione. Le proposte le elaborerà l’Eurogruppo”, ha chiarito Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi commentando le parole di Ursula Von Der Leyen.

Poi la precisazione di Ursula von Der Leyen: “L’Italia non è colpevole della crisi esplosa col Coronavirus e viene colpita economicamente in modo molto pesante e le imprese vanno salvate”.

“Per questo, come Commissione, abbiamo ricevuto il mandato dal Consiglio di elaborare un piano di ricostruzione. Questo è il binario sul quale stiamo lavorando”, ha concluso.

VIRGILIO NOTIZIE | 29-03-2020 07:58

Coronavirus, città deserte nel mondo: le immagini Fonte foto: Ansa
Coronavirus, città deserte nel mondo: le immagini
,,,,,,,