,,

Centrodestra e partito unico, Giorgia Meloni controcorrente

La leader di Fratelli d'Italia chiude definitivamente all'ipotesi di un partito unico nel centrodestra: le sue motivazioni

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, chiude definitivamente alla proposta circolata negli ultimi giorni di un possibile partito unico del centrodestra. Intervistata dal Corriere della Sera, la leader dell’unico partito all’opposizione ha svelato di voler restare tale. “L’idea di una federazione fra i partiti che sostengono il governo la trovo intelligente, serve a difendersi dall’aggressione della sinistra che pretende di imporre le proprie politiche in maggioranza – ha dichiarato Meloni -. Mi sembra utile un maggior coordinamento, aiuta il lavoro”. Tuttavia, non ha intenzione di confluire in un ipotetico partito unico.

Per quanto riguarda il partito unico auspicato da Berlusconi infatti, “ho sempre pensato che le specificità di ogni partito siano la forza del centrodestra – ha spiegato la leader di FdI -. Rappresentiamo più del 50% degli elettori: omologare tutto ci farebbe perdere più di quanto potremmo guadagnare. Io ho vissuto l’esperienza del Pdl: dopo lo slancio iniziale, riuscire a conciliare le diverse identità ha portato a scontri e a mediazioni poco efficaci. Il partito unico ha più rischi che vantaggi”.

Meloni ha ammesso di non aver parlato direttamente con Berlusconi in questi giorni: “Conosco la sua idea – ha ammesso – è da sempre un grande federatore e lo apprezzo anche per questo. Ma mi sento di consigliare a tutti prudenza in questo dibattito, che agli italiani, alle prese con l’uscita dalla pandemia, la disoccupazione, la povertà, la crisi di molte imprese, può apparire lunare. Come ci organizzeremo non è l’interesse primario degli italiani. Lo è quello che faremo”.

In merito ai rapporti con il premier Draghi, “i problemi politici restano. C’è ancora troppa continuità col governo precedente, anche se il lavoro di Figliuolo non è comparabile con quello di Arcuri – ha aggiunto Meloni -. C’è una pericolosa confusione sui vaccini, c’è il tema della vaccinazioni per i giovanissimi che solleva molti interrogativi. E ci sono risposte inevase su occupazione, imprese, prima ancora che sullo stop ai licenziamenti perché il tema vero sono le imprese che chiudono”.

VirgilioNotizie | 17-06-2021 10:48

Sondaggi politici, chi scende e chi sale: in vetta si accelera Fonte foto: ANSA
Sondaggi politici, chi scende e chi sale: in vetta si accelera
,,,,,,,