,,

Caricabatterie universali, dall'Ue arriva la decisione: saranno uguali per tutti i dispositivi elettronici

Via libera da parte dell'Ue per il caricatore universale per ogni device: sarà Usb-C e a partire dal 2024

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

È finalmente arrivato, dopo un lungo percorso durato 10 anni, il via libera al caricabatterie universale per tutti i dispositivi elettronici. A dare parere positivo, a un mese dal primo via libera sulla revisione della Direttiva sulle apparecchiature radio, la 2014/53, sono stati il Parlamento europeo e il Consiglio Ue.

Caricabatterie universale, la decisione

Basta con i caricabatterie diversi per ogni dispositivo, presto se ne potrà utilizzare uno solo per ogni device. In forma Usb-C per cellulari, tablet, e-reader, fotocamere digitali e altri dispositivi elettronici, il nuovo caricatore universale è stato approvato dopo una battaglia durata più di 10 anni.

Infatti la prima richiesta, avanzata da Apple, Samsung, Huawei e Nokia, è datata 2009 e solo nel 2022 si è giunti all’accordo definitivo. La direttiva dell’Ue inoltre armonizza la velocità di ricarica per i dispositivi che supportano la ricarica rapida, consentendo agli utenti di caricare i propri dispositivi alla stessa velocità con qualsiasi caricabatterie compatibile.

Caaricabatterie universali, dall'Ue arriva la decisione: saranno uguali per tutti i dispositivi elettroniciFonte foto: ANSA

Caricabatterie universale, da quando arriva

In base alle nuove regole, si dovrà aspettare fino al 2024 per utilizzare un caricabatterie per tutti i dispositivi elettronici portatili di piccole e medie dimensioni. Telefoni cellulari, tablet, e-reader, cuffie in-ear, fotocamere digitali, cuffie e auricolari, console per videogiochi portatili e altoparlanti portatili saranno infatti ricaricabile tramite cavo cablato unico, ma dovranno essere dotati di una porta Usb di tipo C, indipendentemente dal loro produttore.

Gli acquirenti potranno anche scegliere di acquistare le nuove apparecchiature elettroniche con o senza dispositivo di ricarica. I nuovi obblighi, secondo le stime dell’Ue, porteranno a un maggiore riutilizzo dei caricabatterie e aiuteranno i consumatori a risparmiare fino a 250 milioni di euro all’anno sugli acquisti inutili di caricabatterie.

I numeri dei caricabatterie

Secondo una stima che arriva dall’Ue, nel 2020 sono stati venduti circa 420 milioni di telefoni cellulari e altri dispositivi elettronici portatili. I consumatori possiedono in media circa tre caricabatteria per telefoni cellulari e ne usano due regolarmente ogni giorno

Ma il 38% dei consumatori dichiara anche di aver incontrato difficoltà almeno una volta nel ricaricare il proprio telefono cellulare perché i caricabatteria disponibili erano incompatibili. La situazione è fonte non solo di disagi ma anche di costi per i consumatori, che spendono circa 2,4 miliardi di euro l’anno per acquistare caricabatteria separati non compresi nell’acquisto dei dispositivi elettronici.

caricabatterie Fonte foto: ANSA
,,,,,,,