,,

Boldrini e Vespa, duro scontro sulle Ong a Cartabianca: il botta e risposta in tv

Botta e risposta sulle ong tra la deputata del Partito Democratico Laura Boldrini e il giornalista Bruno Vespa: cosa è stato dichiarato in tv

Pubblicato il:

Nella puntata di martedì 15 novembre di ‘Cartabianca’, trasmissione di RaiTre condotta da Bianca Berlinguer, è andato in scena un botta e risposta tra Laura Boldrini e Bruno Vespa sulle Ong.

Cosa ha detto Laura Boldrini sulle Ong

Laura Boldrini, ex presidente della Camera e attuale deputata del Partito Democratico, ha dichiarato: “È falso che Ong e scafisti si diano appuntamento in mare, non ci sono evidenze in merito. Poi ha aggiunto: “C’è un aereo umanitario che sorvola il Mediterraneo per monitorare le emergenze”.

L’affondo di Laura Boldrini: “Com’è possibile che da Palazzo Chigi nessuno abbia sentito l’ambasciatore o il ministro degli Esteri per avere un riscontro dalla Francia sulla questione Ocean Viking?”.

Laura BoldriniFonte foto: ANSA

Laura Boldrini, ex presidente della Camera dei Deputati, è attualmente una deputata del Partito Democratico.

La risposta di Bruno Vespa

Bruno Vespa, in risposta alle parole di Laura Boldrini, ha detto: “Non possiamo consentire che le navi delle Ong facciano il loro comodo”.

Gli altri interventi in trasmissione

Maurizio Belpietro, che si trovava in collegamento, è intervenuto così: “Macron è in grande difficoltà perché sta facendo una legge che inasprisce la possibilità di asilo in Francia. Il risultato della Meloni è comunque positivo: i profughi di quella nave non sono sbarcati in Italia ma sono andati in Francia”. Andrea Scanzi si è schierato dalla parte di Laura Boldrini: “Il governo italiano fa propaganda sui migranti, una battaglia identitaria come quella che faceva Salvini 3 anni fa. La destra cerca lo scontro con la Francia. L’Italia ha sbagliato tutto per motivazioni etiche e per dilettantismo e pressapochismo”.

Orsini a Cartabianca: il commento sul missile in Polonia

Sempre nella stessa puntata di ‘Cartabianca’, il professor Alessandro Orsini ha commentato la caduta del missile in Polonia, che ha alzato ulteriormente la tensione internazionale per la guerra in Ucraina.

Le sue parole: “Era ovvio che un incidente come quello di oggi (martedì, ndr) sarebbe accaduto. E accadrà ancora. Ogni giorno aumenta il rischio dell’internazionalizzazione del conflitto. (…) Sono basito per lo stupore ipocrita con cui ci stiamo confrontando con quanto accaduto. (…) Era altamente prevedibile che un Paese confinante con l’Ucraina sarebbe stato colpito, presto o tardi, da un missile”.

Boldrini e Vespa Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,