,,

Attacco hacker, rientro a scuola senza il registro elettronico

Disagi nel rientro a scuola con le lezioni in presenza: un attacco hacker ha messo fuori uso il registro elettronico in quasi la metà delle scuole

Niente voti o assenze da registrare: disagi nel giorno del rientro a scuola con le lezioni in presenza per circa 5,6 milioni di alunni. In quattro scuole su dieci il ritorno in classe è avvenuto senza i servizi del registro elettronico, messo fuori uso da un attacco hacker.

La piattaforma gestita da Axios, che fornisce il servizio nel 40% delle scuole italiane, è inutilizzabile da diversi giorni. Prima un disservizio, con riferimento a un “improvviso malfunzionamento tecnico”.

Poi, dopo le verifiche effettuale nel weekend pasquale, la stessa società ha chiarito che si è trattato di un attacco informatico: “Il disservizio creatosi è inequivocabilmente conseguenza di un attacco ransomware portato alla nostra infrastruttura”.

Un attacco, ha spiegato Axios, che ha “congelato” i dati e i servizi sui server aziendali, ma che non ha provocato perdite di dati. “Stiamo lavorando per ripristinare l’infrastruttura nel più breve tempo possibile e contiamo di iniziare a rendere disponibili alcuni servizi a partire dalla giornata di mercoledì”, ha fatto sapere l’azienda.

Un problema non da poco dato che il registro elettronico online è ampiamente diffuso. Contiene i dati delle presenze e assenze degli studenti, le loro valutazioni, l’assegnazione dei compiti, la messa a disposizione di diverse risorse didattiche e le comunicazioni per studenti e famiglie.

VirgilioNotizie | 07-04-2021 13:30

registro-elettronico Fonte foto: ANSA
,,,,,,,