,,

Asintomatici, un'immunità diversa: nuova scoperta sugli anticorpi

Quanto dura l'immunità degli asintomatici rispetto a quella delle persone con sintomi: nuovo studio fa chiarezza

Nuova scoperta sugli asintomatici: secondo uno studio britannico, infatti, chi non presenta sintomi perde gli anticorpi più rapidamente rispetto agli altri. La ricerca, che arriva mentre in Italia si discute sull’ipotesi avanzata dalle Regioni di sottoporre a tampone per il coronavirus solo le persone con sintomi, è realizzata dall’Imperial College insieme a Ipsos Mori.

Anticorpi negli asintomatici, lo studio britannico

I ricercatori hanno seguito, a partire dal 20 giugno e fino al 28 settembre, 350mila persone selezionate casualmente che regolarmente si sottoponevano a un test rapido domestico per vedere se avevano gli anticorpi del Covid-19.

Il risultato è che nelle persone risultate positive al coronavirus la percentuale di anticorpi è diminuita del 22,3% in tre mesi in quelle con sintomi e del 64%  in quelle senza sintomi da Covid-19.

Anticorpi, perdita in base alla fascia d’età

Un’altra scoperta dello studio è che, nonostante tutte le persone fossero interessate dalla perdita degli anticorpi, gli anziani ne soffrono di più.

La quota di over 75 con gli anticorpi, infatti, è diminuita del 39% ed è scesa del 14,9% nella fascia di età compresa tra i 18 e i 24 anni.

Nuova scoperta sugli anticorpi: le applicazioni

Il nuovo studio è “un elemento cruciale della ricerca” secondo il sottosegretario britannico alla Salute James Bethell, come riporta Agi. La scoperta “ci aiuta a capire come gli anticorpi Covid-19 si evolvono nel tempo”, hanno precisato dall’imperial College di Londra, dato che “non è ancora noto se gli anticorpi conferiscano un livello efficace di immunità o, se questa immunità esiste, quanto tempo dura“.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-10-2020 12:30

Coronavirus, quali sono le misure di contenimento più efficaci Fonte foto: Ansa
Coronavirus, quali sono le misure di contenimento più efficaci
,,,,,,,