,,

Zingaretti, l'ultimo appello al governo dopo liti e polemiche

Il segretario dem difende la manovra ma critica la cornice di litigi in cui è stata approvata

Nicola Zingaretti, dopo la “tentazione” di staccare la spina al governo Conte svelata ieri da Matteo Renzi, ha rilasciato un’intervista a Repubblica per chiarire la sua posizione e lanciare un appello alla maggioranza. Secondo il segretario dem, infatti, “la manovra è buona”, ma “le liti rischiano di oscurarla”. Il Pd, secondo le dichiarazioni del suo leader, resterà al governo finché si produrranno “risultati utili”.

Le liti nel governo

Il segretario del Pd, nel corso dell’intervista a Repubblica, ha dichiarato la sua intenzione di non voler tornare al voto, con la pretesa però “che si governi bene e lealmente“.

“Noi al governo restiamo solo finché produce risultati utili al Paese”, ha chiarito Zingaretti. In merito alla manovra, il segretario dem si è detto soddisfatto, ma ” la cornice di litigi, polemiche e rincorsa a mettere bandierine sui provvedimenti rischia di oscurare quanto di buono è stato fatto”.

L’attacco a Salvini

La coalizione Pd-M5s, per Zingaretti, “non ha un senso se lo si riduce all’alleanza di chi si oppone a Salvini“. Sul leader leghista, Zingaretti ha precisato: “Nei comizi di quella piazza non ho ascoltato una sola proposta utile al Paese, encefalogramma piatto“.

“C’è un motivo se il Pd è diventato il bersaglio di tanti”, ha proseguito Zingaretti. “Resiste nei sondaggi e mantiene una sua centralità. Più è forte il Pd, più è debole Salvini“.

A una domanda sui presunti fondi russi alla Lega, Zingaretti ha risposto: “Colpisce il silenzio di Salvini, mai accaduto che il ministro degli Interni non si presentasse in Parlamento a dare la sua versione”.

Il commento su Conte

Sul Russiagate di Giuseppe Conte, chiamato a riferire oggi al Copasir, Zingaretti ha chiarito: “Da subito abbiamo chiesto che Conte riferisse nella sede appropriata e appena si è insediato il nuovo presidente del Copasir si è subito trovata la data. È l’esatto opposto di Salvini. Ascolteremo ciò che il premier dirà”.

Alla domanda se Conte sia diventato il “premier del Pd”, Zingaretti ha replicato dicendo che si tratta di “una fake news”. “Da quando è partito il governo penso solo a fargli produrre risultati” ha aggiunto. “Piuttosto, ho la sensazione che altri che il governo lo volevano di più non si preoccupino abbastanza di fare altrettanto”.

VIRGILIO NOTIZIE | 23-10-2019 08:26

zingaretti-appello-governo Fonte foto: Ansa
,,,,,,,