,,

Vittorio Sgarbi condannato per diffamazione contro Virginia Raggi dopo il paragone con Vito Ciancimino

Vittorio Sgarbi è stato condannato per diffamazione contro Virginia Raggi dopo il paragone con Vito Ciancimino durante la trasmissione Matrix

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Vittorio Sgarbi è stato condannato alla pena pecuniaria di 2 mila euro per l’accusa di diffamazione nei confronti dell’ex sindaca di Roma Virginia Raggi. Lo ha deciso il giudice monocratico del tribunale della Capitale, che martedì 30 gennaio ha disposto anche una provvisionale di 20 mila euro in favore dell’esponente del M5S dopo il paragone con l’ex sindaco di Palermo Vito Ciancimino.

Vittorio Sgarbi e le dichiarazioni a Matrix

Il 21 febbraio 2018, durante la trasmissione televisiva Matrix, Vittorio Sgarbi aveva criticato l’amministrazione dell’allora sindaca di Roma, Virginia Raggi, in relazione all’ipotesi di abbattimento di una villa liberty in piazza Caprera, nel quartiere Trieste.

In quell’occasione, l’attuale sottosegretario alla Cultura aveva definito la gestione della città come “la Palermo di Ciancimino“.

vittorio sgarbiFonte foto: ANSA
Il sottosegretario alla Cultura, Vittorio Sgarbi

Nel dettaglio, durante la trasmissione, Sgarbi aveva sostenuto che “l’annunciata distruzione di ville liberty a Roma, denunciata da me e da Italia Nostra per primi, conferma la più inquietante delle prospettive: la Roma di oggi è come la Palermo di Ciancimino e il sindaco di Roma, distratto dalla difesa della città, è oggettivamente complice di questa azione criminale. M5s a Roma oggi è come la Democrazia Cristiana a Palermo degli anni ’70”.

La reazione del legale di Virginia Raggi

Virginia Raggi, rappresentata dall’avvocato Alessandro Mancori, era presente in aula col suo legale.

Quest’ultimo ha commentato ai microfoni dell’Agi la sentenza, definendo la misura della pena “congrua e personalmente da legale sono soddisfatto. Posso far notare che dire mafiosa vale 20 mila euro e patata bollente di Vittorio Feltri solo 5 mila euro. A mio parere l’articolo era ben più pesante”, ricorda il penalista che aspetta la pronuncia della Cassazione per quest’ultimo caso.

Il tweet dell’ex sindaca di Roma

Virginia Raggi, dopo la notizia della condanna al sottosegretario alla Cultura, ha voluto commentare su X.

L’ex sindaca di Roma ha twittato: “Vittorio Sgarbi si permise di equipararmi al mafioso Ciancimino e darmi della disonesta: oggi il giudice del Tribunale di Roma l’ha condannato per la gravità delle sue affermazioni che nulla hanno a che fare con la critica politica. È già la seconda volta…”.

La condanna per diffamazione

Il 9 novembre 2023 il pm di Roma aveva chiesto una pena di 4 mesi di carcere per Vittorio Sgarbi (recentemente finito nel ciclone per aver sbottato coi giornalisti di Report).

Il giudice monocratico, invece, lo ha condannato a pagare una multa di 2 mila euro per l’accusa di diffamazione aggravata nei confronti dell’ex sindaca di Roma Virginia Raggi.

Inoltre, è stata disposta una provvisionale di 20 mila euro immediatamente esecutiva in favore di Raggi.

vittorio-sgarbi-condannato-diffamazione-virginia-raggi Fonte foto: ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,