,,

Vicesindaco di Roveré nella bufera, la Lega prende le distanze

Il vicesindaco di Roveré Veronese, Loris Corradi, è finito al centro della polemica dopo aver indossato una maglietta con una scritta sessista

Il vicesindaco di Roveré Veronese, Loris Corradi, è finito al centro della polemica dopo aver indossato, durante una sagra, una maglietta con la scritta sessista: “Se non puoi sedurla, puoi sedarla”. La vicenda è diventata virale sui social dopo la protesta di una donna presente all’evento, che ha scritto una lettera pubblicata dal quotidiano “L’Arena” di Verona: “Mi chiedo cosa pensino le donne veronesi della battuta e del messaggio lanciato da un rappresentante delle istituzioni… A me e alle amiche sedute al mio tavolo non ha fatto per niente ridere”.

La Lega ha smentito qualsiasi legame in una nota ufficiale e sui canali social: “Il vicesindaco di Roveré Veronese, paese della Lessinia, Loris Corradi, non è tesserato Lega come invece è stato riportato erroneamente da alcune agenzie stampa e da alcuni quotidiani locali e nazionali, ma è un esponente di FdI di cui è anche è stato nominato coordinatore locale del partito nel 2018.  Corradi non fa parte del mondo Lega e non ne conosce ideali e programmi. Da sempre la Lega infatti è in prima linea per difendere i diritti delle donne in ogni contesto sociale. Chiediamo quindi che gli organi d’informazione che hanno diffuso la notizia errata correggano immediatamente”.

Come riporta Tgcom24, sulla vicenda ha replicato anche il vicesindaco stess, dopo essere stato attaccato da tutti i fronti: “Rispetto le donne e chiedo scusa pubblicamente a tutti. Ero ai fornelli intento alla frittura delle patatine, mi sono tolto il grembiule e sono salito sul palco senza pensare alla maglietta che indossavo e tantomeno a quella scritta”.

VIRGILIO NOTIZIE | 24-08-2019 15:02

loris-corradi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,