,,

FdI, frase choc anti gay del consigliere: interviene la Meloni

Dopo numerose proteste, il post di Giuseppe Cannata su Facebook è stato cancellato.

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, ha deciso di intervenire pubblicamente per prendere le distanze dalla frase choc anti gay scritta dal vicepresidente del Consiglio Comunale di Vercelli Giuseppe Cannata.

La Meloni ha scritto su Facebook: “Fratelli d’Italia prende le distanze dalle dichiarazioni del consigliere comunale di Vercelli Giuseppe Cannata eletto tre mesi fa da indipendente nelle liste di Fratelli d’Italia ma mai iscritto al movimento. Le sue affermazioni, gravissime, non rispecchiano in nessun modo il pensiero di FdI. Non c’è posto per chi scrive certe cose in Fratelli d’italia. Ma non accettiamo lezioni da nessuno, soprattutto dal Pd che non ha avuto nemmeno la decenza di prendere provvedimenti nei confronti di un suo sindaco agli arresti domiciliari perché coinvolto nello scandalo di Bibbiano”.

Vercelli, frase choc del consigliere: “Ammazzate tutti i gay”

“Ammazzateli tutti ste lesbiche, gay e pedofili”, erano state queste le parole scritte su Facebook dal vicepresidente del Consiglio comunale di Vercelli Giuseppe Cannata.

Il consigliere di Fratelli d’Italia ha espresso il commento choc in riferimento un articolo del senatore Pillon riguardo alle famiglie Arcobaleno. Dopo numerose segnalazioni degli utenti, il post è stato cancellato dall’autore. Lo scandalo si è verificato poco dopo un episodio di omofobia durante la notte rosa a Rimini, quando un uomo è stato picchiato per aver baciato il suo compagno in spiaggia.

Dura la reazione di Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia, che chiede le dimissioni immediate di Cannata, membro tra l’altro dell’Ordine provinciale dei medici e odontoiatri. Inoltre, l’associazione chiede al sindaco Andrea Corsaro una presa di distanza pubblica nei confronti delle parole di Cannata.

“Il contenuto della frase, che è stato cancellato dal suo profilo Facebook, risulta di un’inaudita violenza sia per la minaccia di morte (ammazzateli tutti) sia per l’accostamento fra l’omosessualità e la pedofilia” spiega l’Arcigay alla Repubblica. “Mai, prima d’ora, siamo stati insultati e aggrediti in maniera così violenta da parte di un rappresentante delle Istituzioni della nostra Città. Le persone appartenenti a minoranze sessuali e di genere esigono rispetto”.

VIRGILIO NOTIZIE | 22-07-2019 17:33

frase-shock-gay Fonte foto: Ansa
,,,,,,,