,,

Vasto incendio in Russia, a fuoco un terminal di gas vicino San Pietroburgo: il rogo “dopo esplosioni”

In preda alle fiamme un grande terminal di gas in Russia. Ancora ignote le cause dell’incendio, si ipotizzano esplosioni dovuti a droni

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Un grande incendio è divampato nel terminal di gas Novatek, tra i più grandi produttori di gas naturale della Russia. Il terminal si trova nel porto di Ust-Luga, sul confine con l’Estonia, a 110 chilometri da San Pietroburgo. Nessun ferito nel rogo, ma l’allerta nel distretto è massima. Tra le cause ipotizzate, esplosioni causate da droni.

Incendio in un terminal di gas in Russia

Attorno alle 4:00, ora italiana, della notte tra sabato 20 e domenica 21 gennaio, è scoppiato un grande incendio in un terminal di gas nel porto di Ust-luga, sul Mar Baltico, in Russia.

Il sito di proprietà Novatek, tra i più grandi produttori di gas naturale del paese, si trova sul confine con l’Estonia, a 110 chilometri da San Pietroburgo.

incendio terminal gas russiaFonte foto: IPA
Novatek è tra i più grandi produttori di gas naturale in Russia

A dare la notizia, su Telegram, è Aleksandr Drozdenko, governatore della regione di Leningrado.

Nessun ferito a seguito dell’incendio al terminal Novatek del porto di Ust-luga. Il personale è stato evacuato” ha scritto Drozdenko.

Un livello di allerta elevato è stato dichiarato nel distretto portuale di Kingiseppsky, mentre il Ministero dell’Emergenza e i Vigili del Fuoco sono al lavoro per sedare le fiamme.

Tra i più grandi terminal di gas del paese

Il complesso Novatek di Ust-Luga, in funzione dal 2013, è tra i più grandi della Russia.

Riferisce la Tass, l’impianto trasforma il gas condensato stabile in nafta leggera e pesante, carburante per aerei, componente del carburante navale e gasolio.

La sua capacità è di 7 milioni di tonnellate e consente il trasbordo di gas condensato stabile e di prodotti petroliferi verso i mercati di esportazione.

Attacco di droni tra le possibili cause

L’incendio, annuncia Yuri Zapalatsky, capo del distretto di Kingisepp, sarebbe scoppiato in seguito a due esplosioni.

“Alle ore 2:45 è arrivata una telefonata dal governatore della regione di Leningrado, Aleksandr Drozdenko, che erano avvenute due esplosioni nel porto di Ust-Luga presso l’impresa Novatek” ha affermato Zapalatsky in un videomessaggio pubblicato sul suo canale Telegram.

Alcuni canali Telegram russi, scrivono che gli abitanti di Kingisepp, a circa 35 chilometri dal luogo dell’incendio, hanno sentito il rumore di droni in volo.

Anche la testata Fontanka sostiene che due droni sono stati rilevati dalle forze della difesa aerea. Il giornale scrive che i droni erano diretti verso San Pietroburgo, ma infine hanno cambiato rotta dirigendosi verso il porto.

Il ministro della Difesa ha riferito di droni abbattuti in 3 diverse regioni nella serata di sabato, ma non ha segnalato ufficialmente alcun drone sulla regione di Leningrado.

russia-incendio-terminal-gas-1 Fonte foto: IPA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,