,,

Vasco Rossi contro Paragone: sfogo del rocker contro i politici

Vasco Rossi si è schierato contro l'utilizzo della sua musica a fini politici

Anche Vasco Rossi è intervenuto, suo malgrado, nella cronaca politica degli ultimi giorni, incentrata sulla trattativa M5S-PD per la formazione di un nuovo governo.

In un video pubblicato su “Facebook”, l’esponente del Movimento 5 Stelle Gianluigi Paragone ha espresso pubblicamente la sua preferenza per il “no” nella votazione sulla piattaforma Rousseau sulla nascita del governo M5S-PD, citando la canzone del rocker di Zocca intitolata “C’è chi dice no“.

A stretto giro, è arrivato il messaggio di Vasco Rossi su “Instagram”: “C’è chi dice no lo dico io: i politici devono mettere giù le mani dalle mie canzoni! Che imparino a usare parole originali loro e a non strumentalizzare la musica!! .. C’è chi usa le mie canzoni per le sue campagne politiche e di opinione .. Voglio sia chiaro che io non autorizzo nessuno a farlo e per quello che mi è possibile cerco di impedirlo! Tanto meno si può pensare che io sia d‘accordo con le opinioni di chi usa le mia musica per chiarire le sue idee confuse!”.

Paragone risponde a Vasco

Non si è fatta attendere la replica di Paragone, che ha risposto al “rocker” in un post su Facebook: “So che Vasco si è arrabbiato per la citazione. Ma come direbbe il Postino a Neruda: la Poesia non è di chi la scrive…”. Insieme al commento, il grillino ha anche condiviso il video di una scena de “Il Postino” di Massimo Troisi, nel quale l’attore dice a Philippe Noiret, che interpreta Pablo Neruda: “Caro poeta e compagno, lei mi ha messo in questo guaio e lei mi deve tirare fuori” perché “la poesia non è di chi la scrive“.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-09-2019 11:59

Governo Pd-M5S al voto su Rousseau: cosa scelgono i grillini Fonte foto: Ansa
Governo Pd-M5S al voto su Rousseau: cosa scelgono i grillini
,,,,,,,