,,

Variante Omicron, primo caso rilevato in Alto Adige: è una donna rientrata dal Sudafrica, lievi i sintomi

Primo caso di variante Omicron in Alto Adige in una donna rientrata dal Sudafrica a fine novembre

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Una donna in Alto Adige è risultata positiva alla variante Omicron del coronavirus. Si tratta del primo caso di infezione del nuovo ceppo registrato nella provincia autonoma. Come ricostruisce Adnkronos, rientrata dal Sudafrica a fine novembre, la donna era risultata negativa sia alla partenza da Città del Capo che una volta arrivata allo scalo di Monaco. Ma in seguito all’individuazione di un caso di coronavirus nello stesso volo della altoatesina, le autorità competenti hanno avvertito l’Azienda sanitaria che come da protocollo ha sottoposto a tampone la donna poi risultata positiva.

Gli esiti del sequenziamento effettuato dal Laboratorio Aziendale di Microbiologia e Virologia, hanno confermato che si tratta della variante Omicron.

La paziente, continua l’Azienda sanitaria, si trova in isolamento ed ha riferito sintomi lievi. In quarantena anche l’unico contatto stretto, risultato asintomatico.

Variante Omicron, cosa dicono gli studi

Proseguono le analisi sulla variante Omicron che dalla sua scoperta ha creato preoccupazione tra gli esperti di tutto il mondo. Servirà ancora tempo e analisi approfondite per capire quanto il nuovo ceppo del Sars-CoV-2 riesca a trasmettersi più velocemente rispetto alla variante Delta e se sia o meno in grado di eludere la protezione immunitaria procurata dai vaccini.

In questi ultimi giorni, da alcuni studi studi sono però già emersi dei dati che possono aiutare a chiarire i timori diffusi in un primo momento. A commentarli ad Adnkronos è stato il direttore della Clinica di malattie infettive all’ospedale Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti.

Variante Omicron, l’analisi di Matteo Bassetti sui primi studi

“Dopo poco più di una settimana da quando è diventata famosa in tutto il mondo, grazie a ricercatori del Massachusetts sappiamo qualcosa in più sulla variante Omicron. La nuova variante che ha terrorizzato forse ingiustamente il mondo, ha acquisito un ‘pezzetto’ del virus del raffreddore comune. Ecco spiegato perché darebbe quadri clinici più lievi, rispetto alla Delta, molto simili al raffreddore” ha spiegato l’esperto.

Secondo lo studio dell’università statunitense citato da Bassetti, “Omicron grazie a questa aggiunta di materiale genetico del virus del raffreddore è più ‘umana’ e meno animale rispetto al SarsCoV2 iniziale. Per questo sfugge più facilmente al nostro sistema immunitario che non la riconosce come totalmente estranea.”

“Si tratta di una ricerca molto interessante che, se confermata, dimostrerebbe per la prima volta – ha sottolineato l’infettivologo – che il virus del Covid si sta spontaneamente indebolendo perdendo la sua forza iniziale di causare malattie gravi. A questo punto c’è quasi da sperare che la Omicron soppianti la Delta e le altre precedenti varianti. Sarà anche forse più contagiosa, ma se assomiglia così tanto al raffreddore…”.

Variante Omicron, l'analisi di Matteo Bassetti sui primi studi: "Ha acquisito un 'pezzetto' del raffreddore"Fonte foto: ANSA

Variante Omicron, i primi dati dell’Oms

Sulla base delle prime informazioni provenienti dal Sudafrica, dove la nuova variante si sta diffondendo molto velocemente e sta soppiantando la Delta, l’Organizzazione mondiale della sanità ha fatto il punto su Omicron rilevandone l’alta contagiosità e la gravità dei sintomi che può provocare.

“In base ai primi report, a cominciare da quelli della provincia del Gauteng” in Sudafrica “dove è stata individuata, riteniamo che sia molto trasmissibile. Il Sudafrica ha registrato un rapidissimo incremento del numero dei contagi”, fino ai 16.000 delle ultime 24 ore, ha dichiarato la professoressa Soumya Swaminathan, tra le scienziate ai vertici dell’Oms.

Da quanto dichiarato dall’epidemiologa Maria Van Kerkhove, “i sintomi, secondo i report, variano tra lievi e severi.”

“Magari ci si ferma a quel punto, magari deve passare più tempo per vedere sintomi più gravi” ha precisato l’esperta durante un dibattito dell’Oms.

Nuova variante Covid "Omicron" dal Sud Africa, il parere degli esperti da Crisanti a Bassetti Fonte foto: ANSA
Nuova variante Covid "Omicron" dal Sud Africa, il parere degli esperti da Crisanti a Bassetti
,,,,,,,