,,

Variante Omicron, dati aggiornati: R0 alle stelle, tempi di incubazione ridotti, ricoveri bimbi in aumento

Variante Omicron: tempi di incubazione ridotti, aumento della pericolosità nella fascia pediatrica e il rischio del collasso degli ospedali

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La variante Omicron si diffonde come mai nessuna mutazione Covid precedente: ormai il dato è chiaro a tutti. Nel frattempo proseguono gli studi preliminari per offrire ulteriori dettagli sulla diffusione record dei contagi. Il Corriere della Sera ha fatto il punto su quel che si sa per ora.

Il Sudafrica, dove la variante è stata isolata il 24 novembre, nei primi giorni di dicembre ha visto le infezioni da coronavirus crescere del 300%. Altrimenti detto, rispetto alla fase precedente, sono triplicate.

Omicron contagiosa 5,4 volte in più della variante Delta

A confermare che Omicron si propaga in modo rapidissimo, come mai prima d’ora, è stato anche uno studio condotto dall’Imperial College di Londra. Il report ha messo nero su bianco che la nuova variante ha una capacità di reinfezione 5,4 volte più alta di Delta.

Pare inoltre che siano cambiati i tempi di incubazione del virus: se con Delta erano di 4-6 giorni, con Omicron si è intorno ai 3. Un’analisi sudcoreana ha inoltre rilevato che Omicron ha un tempo di generazione (vale a dire il periodo che intercorre tra due contagi in una catena di trasmissione) di 2,2 giorni, rispetto ai 3,3 di Delta.

Dall’atro lato, sempre secondo i primi studi preliminari, la nuova variante dovrebbe essere meno aggressiva circa le probabilità di ricovero. Nonostante ciò il pericolo che gli ospedali si riempiano è alto. Motivo? Contagiando molte più persone, ragionano molti esperti, non è da escludere l’ipotesi che i nosocomi possano andare in seria difficoltà.

Alcuni scienziati sostengono che l’R0 di Omicron, cioè il “numero di riproduzione di base” che mostra la quantità media di infezioni secondarie prodotta da ciascun individuo contagiato, potrebbe essere 10 (il ceppo originario di Wuhan era 2,5).

“Sono molto preoccupato che Omicron, essendo più trasmissibile e circolando in contemporanea a Delta, stia portando a uno tsunami di casi” ha dichiarato di recente il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. Il timore, ha evidenziato il numero uno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, è che ci si ritrovi nuovamente con “un’enorme pressione sugli operatori sanitari già esausti e sui sistemi sanitari, che sono vicini al collasso”.

Variante Omicron, aumento dei ricoveri dei bambini

Altra paura riguarda le infezioni dei bambini. Intanto il Ministero della Salute ha dato l’ok per anticipare la terza dose (da un tempo minimo di 5 mesi dal primo ciclo vaccinale si è scesi a 4 mesi).

Si continua con la somministrazione delle dosi booster per la fascia 16-17 anni e per i bambini fragili tra 12 e 15 anni. Si va avanti anche con la vaccinazione nella fascia 5-11 anni.

Il punto sulla variante Omicron.Fonte foto: ANSA
Un’immagine di un medico impegnato in prima linea nella battaglia al Covid

“L’adesione è buona”, ha affermato il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro nelle scorse ore. Il pericolo a cui sono esposti i più piccoli è testimoniato dai dati che arrivano da New York. Con Omicron sono aumentati di 5 volte i ricoveri negli ospedali pediatrici.

Il booster o richiamo, sempre secondo il parere di eminenti scienziati, dà alti livelli di protezione contro l’infezione sintomatica e la malattia severa, rispettivamente al 71 e al 94%.

Quarta dose contro la variante Omicron: cosa dicono gli esperti da Bassetti a Pregliasco Fonte foto: ANSA
Quarta dose contro la variante Omicron: cosa dicono gli esperti da Bassetti a Pregliasco
,,,,,,,