,,

Vaiolo delle scimmie, svolta in Russia: creato test fai da te per verificare le infezioni e monitorare i casi

Il Vektor Center, un centro di ricerca russo, ha annunciato di aver creato un test fai da te per verificare l'infezione da vaiolo delle scimmie

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Il vaiolo delle scimmie è arrivato anche in Russia. Il VektorCenter – centro di ricerca biologica con sede nella città di Novisbirsk Oblast  ha creato un sistema di test autonomo per l’individuazione dei possibili casi di infezione, per rilevare rapidamente la positività. Ecco come funziona.

Test in Russia per i positivi al vaiolo delle scimmie

Il Vektor State Research Center of Virology and Biotechnology of the Federal Service for Surveillance on Consumer Rights Protection and Human Wellbeing, centro di ricerca biologica nato nel 1974, ha reso noto di aver messo a punto un test per rilevare rapidamente i possibili casi di vaiolo delle scimmie in Russia.

Il centro ha annunciato di aver condotto con successo i test di laboratorio.

Come funziona il test

L’agenzia ha spiegato che il test è talmente semplice da poter essere utilizzato anche al di fuori di un laboratorio, rendendolo fai-da-te.

Inoltre, ha aggiunto che è efficiente e specifico, e che soprattutto non provoca reazioni incrociate con virus del morbillo, della rosolia o della varicella.

Il Vector Center  ha reso noto che manterrà contatti con organizzazioni internazionali e Paesi stranieri al fine di ottenere informazioni aggiornate sull’evolversi della situazione epidemiologica.

Cos’è il vaiolo delle scimmie

Il vaiolo delle scimmie è una rara malattia virale trasmessa all’uomo dagli animali.

Recentemente, i casi di vaiolo delle scimmie sono stati rilevati nel Regno Unito, in Portogallo, in Spagna e negli Stati Uniti.

Anche in Italia ci sono dei casi confermati.

Secondo le autorità sanitarie del Regno Unito, le trasmissioni sono concentrate, senza un legame causale individuato, nella comunità gay, visto che la malattia si può passare attraverso un rapporto sessuale.

Sul tema è intervenuto Fabrizio Marrazzo, portavoce Partito Gay per i diritti Lgbt+, Solidale, Ambientalista e Liberale: “Chiediamo chiarimenti al Ministero della Salute e che siano vietate affermazioni come quella del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), che afferma che le persone gay sono a rischio, per tale epidemia. Le persone a rischio sono coloro che hanno rapporti sessuali occasionali. Ricordiamo che i gay possono avere relazioni monogame o avere rapporti occasionali al pari delle persone eterosessuali. Pertanto chiediamo al Ministero di intervenire per evitare che nuovamente come negli anni ’80 si crei uno stigma contro le persone gay”.

vaiolo-scimmie-russia Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,