,,

Vaccino Vaxzevria e trombosi: nuovo report su AstraZeneca. I dati

Il nuovo report di aprile 2021 sui possibili casi di trombosi legati al vaccino Vaxzevria (AstraZeneca): ente britannico fa chiarezza

Continua in ambito accademico e scientifico la discussione sui presunti casi di trombosi legati al vaccino Vaxzevria, prodotto dalla casa farmaceutica AstraZeneca. Gli ultimi dati aggiornati ad aprile 2021 sono stati pubblicati dall’autorità di controllo dei medicinali del Regno Unito, The Medicines and Healthcare products Regulatory Agency (Mhra). In un report appena pubblicato, l’agenzia britannica ha fatto il punto della situazione con un focus sui casi di trombosi cerebrale e eventi avversi legati a diminuzione di piastrine nel sangue.

Va ricordato che al momento non esiste nessuna evidenza scientifica secondo cui i casi di coagulazione del sangue siano legati proprio alla somministrazione del vaccino anti Covid. Infatti, come ha precisato l’Ema nel suo verdetto, “un nesso causale con il vaccino non è dimostrato, ma è possibile e ulteriori analisi sono in corso”.

Intanto, l’Olanda ha fatto sapere di aver messo in atto una nuova sospensione totale del vaccino AstraZeneca. Ieri dai Paesi Bassi era arrivata la sospensione per le persone di età inferiore ai 60 anni.

Il nuovo report sul vaccino AstraZeneca: quanti sono i casi di trombosi

I nuovi dati aggiornati sui casi di trombosi che potrebbero essere legati al vaccino Vaxzevria (ex AstraZeneca), diffusi dall’Agenzia Mhra, parlano di 30 casi avversi su oltre 18 milioni di vaccini somministrati.

Il monitoraggio precedente, su cui si sono basate le valutazioni dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema), aveva evidenziato solo 5 casi su 11 milioni di dosi iniettate.

Così, stando ai nuovi numeri diffusi dall’ente britannico, il tasso di eventi avversi legati a coaguli di sangue sale a 1 su 600mila.

Vaccino, trombosi cerebrale e diminuzione delle piastrine

Particolare attenzione è stata posta dagli esperti britannici alla divisione tra i casi di trombosi venosa cerebrale, detta trombosi della vena sinusale (CVST), e gli eventi in combinazione con un basso numero di piastrine (trombocitopenia).

Sono 22, sul totale dei 30 eventi legati a coagulazione del sangue, i casi di trombosi cerebrale e 8 quelli in combinazione con un basso numero di piastrine nel sangue.

Le conclusioni del report sul vaccino vaxzevria: il rapporto tra rischi e benefici

L’Agenzia britannica Mhra ha dichiarato che nella quasi totalità dei casi, gli eventi di trombosi riguarderebbero soggetti con meno di 60 anni. Nel report, l’ente ha specificato di non aver ricevuto alcuna segnalazione di questo genere dopo il vaccino Pfizer-BioNTech, l’altro utilizzato nel Regno Unito.

La conclusione, nonostante i casi di trombosi che potrebbero essere legati al vaccino Vaxzevria, è che i benefici del vaccino continuano a superare i rischi.

VirgilioNotizie | 03-04-2021 11:32

Covid, vaccino AstraZeneca, trombosi, pillola: cosa sapere Fonte foto: ANSA
Covid, vaccino AstraZeneca, trombosi, pillola: cosa sapere
,,,,,,,