,,

Vaccino, quarta dose e richiamo annuale per over 50 in autunno: la previsione di Magrini, direttore dell'Aifa

Il direttore generale dell'agenzia del farmaco ha spiegato cosa dovrebbe accadere nei prossimi mesi e come cambierà la campagna vaccinale anti Covid

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Nicola Magrini, direttore generale dell’Aifa, l’agenzia del farmaco italiana, ha dichiarato che in autunno si arriverà a definire la soglia di età oltre la quale raccomandare la vaccinazione annuale contro il Covid. Ipoteticamente, ha spiegato in un’intervista a La Stampa, dovrebbe riguardare la fascia di età degli over 60 e degli over 50, in base all’andamento della pandemia. Dunque la quarta dose, e poi un richiamo da fare ogni anno, è al vaglio da parte delle autorità sanitarie.

Vaccini Covid aggiornati in autunno (e forse bivalenti contro l’influenza)

In autunno “avremo certamente vaccini diversi, associati o meno a quello dell’influenza, che saranno adattati ad alcune delle varianti del virus e, quindi, più efficaci” di quelli attuali.

“Credo si arriverà a definire una soglia d’età oltre la quale raccomandare la vaccinazione annuale contro il Covid. Potrà essere quella degli over 60 o degli over 50, in base alle valutazioni sanitarie e all’andamento della pandemia, sempre in coordinamento con gli altri Paesi europei”.

Quarta dose di vaccino anti Covid: i rischi e benefici per Nicola Magrini

La quarta dose di vaccino anti Covid, ha sottolineato l’esperto, “è un’opportunità in più per rafforzare la propria protezione“, che comunque “è attiva grazie al primo booster, ma tende a calare progressivamente“.

Riguardo la scarsa adesione alla campagna per il secondo booster, il medico ha spiegato che “dopo due anni un po’ di stanchezza è comprensibile”.

Tuttavia “ricevere una dose adesso non comporta alcun rischio e consente di arrivare a ottobre con un livello di protezione più alto”, ha sottolineato Nicola Magrini.

Il direttore generale dell'agenzia del farmaco ha spiegato cosa dovrebbe accadere nei prossimi mesi e come cambierà la campagna vaccinale anti CovidFonte foto: ANSA
Nicola Magrini, direttore generale dell’Aifa.

“È una misura precauzionale che abbiamo deciso di raccomandare per alcune categorie a rischio, ma il ciclo vaccinale con tre dosi offre già una buona protezione contro le forme gravi della malattia”.

Oltre a Pfizer e Moderna è in arrivo un nuovo vaccino anti Covid

È improbabile che quest’anno arrivi un vaccino universale contro tutti i coronavirus, “anche se quella è senza dubbio la linea di ricerca più interessante a cui guardare. Credo che per il preparato pancoronavirus dovremo aspettare il 2023”.

Tra i preparati, saranno quelli prodotti da Moderna e da Pfizer e BioNTech a rimanere “i principali a disposizione” anche in autunno, “visto il successo ottenuto, sia dal punto di vista della sicurezza che dell’efficacia”, ha dichiarato ancora il direttore generale dell’Aifa.

Tuttavia dovrebbe arrivare entro la fine del 2022 o nei primi mesi del prossimo anno anche il vaccino anti Covid di CureVac. “Era atteso rima, ma hanno avuto problemi di sviluppo e inizieranno tra poco gli studi clinici”.

vaccino Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,