,,

Moderna, vaccino efficace al 100% per i casi gravi: quando arriva

L'azienda americana ha annunciato che il suo vaccino è efficace al 94,1%, percentuale che sale al 100% nei casi gravi: quali sono i prossimi passi.

Il candidato vaccino Usa di Moderna ha dimostrato un’efficacia pari al 94,1% contro il Covid-19, in grado di salire fino al 100% nei casi gravi. Lo ha reso noto l’azienda annunciando i risultati dei test di fase 3 su 196 casi, ripresi dall’Ansa. Il prossimo passo di Moderna sarà avanzare la richiesta alla Fda (autorità statunitense per i farmaci) per ottenere l’autorizzazione all’uso di emergenza. Stessa richiesta sarà avanzata all’Ema, Agenzia europea per i medicina. L’obiettivo è ottenere un’autorizzazione ‘condizionata’.

Moderna, vaccino efficace al 94,1%: i risultati

La fase 3 del vaccino di Moderna ha coinvolto in totale in 30 mila volontari, inclusi 196 casi di Covid-19 (33 gli Over 65), di cui 30 severi.

I risultati dei test hanno dimostrato che il vaccino è stato generalmente ben tollerato, senza alcuna seria preoccupazione identificata – ad oggi – in relazione alla sua sicurezza.

Dei 196 casi di Covid, 185 casi sono stati osservati nel gruppo di volontari trattati con placebo, contro 11 casi osservati nel gruppo di volontari vaccinati con mRNA-1273: ciò ha determinato una stima dell’efficacia del vaccino pari al 94,1%.

Nello studio c’è stato un decesso correlato a Covid-19, avvenuto nel gruppo dei volontari trattati con placebo.

Lo studio COVE ha superato i due mesi di follow-up post vaccinazione come richiesto dalla Fda per l’Autorizzazione all’uso di emergenza (Eua).

Moderna, i prossimi passi del vaccino: cosa succede il 17 dicembre

Il comitato vaccini della Fda dovrebbe riunirsi il 17 dicembre per analizzare i dati di efficacia e sicurezza del candidato vaccino anti-Covid mRNA-1273 di Moderna, secondo quanto comunicato dall’azienda stessa.

La distribuzione del vaccino negli Usa partirà subito dopo l’Autorizzazione all’uso di emergenza.

Entro il 2020, Moderna prevede di rendere disponibili circa 20 milioni di dosi negli Stati Uniti.

La produzione dovrebbe aggirarsi tra i 500 milioni e il miliardo di dosi nel 2021.

L’azienda ha anche annunciato ulteriori progressi mirati ad assicurare che la distribuzione, conservazione e manipolazione del vaccino possano essere effettuati utilizzando infrastrutture esistenti.

VirgilioNotizie | 30-11-2020 14:30

Vaccino Pfizer, Moderna, AstraZeneca: come funzionano Fonte foto: Ansa
Vaccino Pfizer, Moderna, AstraZeneca: come funzionano
,,,,,,,