,,

Vaccino anti Covid, Arcuri spiega chi lo riceverà da febbraio

Il commissario per l'emergenza Covid, Domenico Arcuri, ha spiegato come si svolgerà la campagna vaccinale e quante dosi riceverà l'Italia

L’Italia non è in ritardo dal punto di vista della campagna vaccinale. Lo ha detto Domenico Arcuri, in una lettera inviata al Corriere della Sera. Secondo il commissario per l’emergenza coronavirus, infatti, al nostro Paese toccano il “13,46%” delle dosi acquistate dall’Unione europea. Nel 2021, quindi, l’Italia dovrebbe riceverne 178 milioni, cui si dovrebbero aggiungere i 48 milioni previsti nel 2022.

Vaccino anti Covid, quante dosi a settimana riceve l’Italia

Per quanto riguarda il prodotto di Pfizer, “all’Italia spettano quest’anno 40 milioni di dosi Pfizer: si comincia con 2.349.750 a gennaio e 1.879.800 a febbraio, con una frequenza di 470 mila dosi la settimana“, ha detto il commissario.

Arcuri ha spiegato che Pfizer è l’unica azienda autorizzata a immettere in commercio il proprio vaccino: lo distribuisce ai Paesi Ue in percentuale alla loro popolazione e all’Italia spetta il 13,46%. Ogni settimana, quindi, il nostro Paese riceve 470 mila dosi. “Saremmo i primi a volerne molti di più – ha aggiunto – perciò aspettiamo Moderna: sarebbero altre 20 milioni di dosi per l’Italia“.

Vaccino anti Covid, a gennaio i sanitari e gli ospiti delle Rsa: cosa succede da febbraio

Il vaccino si sta somministrando in primis a operatori sanitari e ospiti delle Rsa. Da febbraio, però, Arcuri ha annunciato che “partiremo con le persone che hanno più di 80 anni, oltre 4 milioni“.

Poi toccherà agli anziani dai 60 agli 80 anni, quindi alle forze dell’ordine, agli insegnanti e al personale scolastico, ai fornitori di servizi pubblici essenziali, agli operatori del trasporto pubblico locale, al personale carcerario e ai detenuti.

Infine, al resto della popolazione: “Serviranno fino a 120 milioni di dosi per tutti gli italiani e, quando ci saranno, sarà avviata la campagna di vaccinazione di massa, che speriamo di concludere in autunno”, ha aggiunto Arcuri.

Ma perché al momento alcune regioni hanno vaccinato di più, dal punto di vista delle dosi ricevute e somministrate? “Sono passati solo 4 giorni dall’inizio della campagna – la difesa del commissario -, sarebbe strumentale fare già consuntivi“.

VirgilioNotizie | 05-01-2021 09:57

Vaccino, quante dosi e a chi: tutti i dati per regione. Il report Fonte foto: ANSA
Vaccino, quante dosi e a chi: tutti i dati per regione. Il report
,,,,,,,