,,

Vaccino Covid, fissata una data importante: Burioni è ottimista

Il virologo Roberto Burioni rilancia con entusiasmo l'annuncio della casa farmaceutica Pfizer sul vaccino contro il coronavirus

A dare la notizia che fa ben sperare per la battaglia contro il coronavirus è stato Roberto Burioni. Il virologo, in un post su Facebook, ha commentato un annuncio fatto dall’Ad del colosso farmaceutico Pfizer in merito a un nuovo vaccino in arrivo.

Vaccino coronavirus, quando arriverà

Abbiamo una data – ha scritto Roberto Burioni sui social network -. Albert Bourla, amministratore delegato di Pfizer, in una lettera aperta, ha detto che se tutto andrà bene presenterà una richiesta per un’autorizzazione di emergenza del vaccino contro Covid-19 nella terza settimana di novembre 2020. Forza!”.

Poche ore prima, infatti, la casa farmaceutica Pfizer ha dichiarato che chiederà l’autorizzazione per il suo vaccino anti-Covid la terza settimana di novembre. L’azienda, come riporta Ansa, è pronta a richiedere la procedura di emergenza alla Fda statunitense se i dati della sperimentazione di questo mese saranno positivi.

Burioni ha però precisato su Twitter che non avremo un vaccino entro novembre, come qualcuno ha ipotizzato. Riferendosi a un virgolettato dell’Ansa (“Burioni, vaccino entro novembre”), il virologo ha specificato: “Non ho mai scritto le parole nel virgolettato. Difficile – e forse inutile – provare a informarvi correttamente se il senso di quello che scrivo viene distorto”.

Vaccini, la situazione nel mondo: i test in corso

Nel frattempo, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nell’ultimo aggiornamento della tabella sulla sperimentazione dei vaccini in tutto il mondo (15 ottobre) ha elencato 42 vaccini candidati in fase clinica. Un numero nutrito di vaccini che potrebbe finalmente porre fine all’emergenza mondiale legata alla pandemia.

“Inondazione di vaccini”: l’annuncio di Conte

Sulla questione vaccini è intervenuto anche il premier Giuseppe Conte: “L’Unione europea sta finanziando le più importanti ricerche ed è in condizione di potersi garantire varie centinaia di milioni di vaccini”.

“È stato un investimento ad ampio spettro, alcuni gruppi prospettano esiti per fine novembre o dicembre, potremmo avere molto presto 200 o 300 milioni di vaccini – ha aggiunto -. Saremo in grado di inondare i nostri sistemi di vaccini e ci siamo premurati anche di procurarli anche per i paesi più fragili”

VIRGILIO NOTIZIE | 17-10-2020 09:30

Coronavirus, quali sono i test più utili: Burioni fa chiarezza Fonte foto: Ansa
Coronavirus, quali sono i test più utili: Burioni fa chiarezza
,,,,,,,