,,

Vaccini Covid, nuova strategia dell'Unione Europea: cosa cambia

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato il cambio di strategia sui vaccini: si punta a quelli con Rna messaggero

Stop in Europa ad AstraZeneca e Johnson & Johnson dal 2022. La Commissione europea ha intenzione di cambiare strategia sui vaccini anti Covid e non rinnoverà i contratti con le due case farmaceutiche per il prossimo anno. La Ue punterà tutto sui vaccini a Rna messaggero prodotti da Pfizer-BioNTech, Moderna e CureVac.

È stata la presidente Ursula von der Leyen ad annunciarlo nella giornata di mercoledì, all’indomani della pausa in Europa nella distribuzione del vaccino di Janssen decisa dopo la sospensione temporanea delle somministrazioni negli Stati Uniti per alcuni rari casi di trombosi.

I vaccini serviranno anche nei prossimi anni, per i richiami necessari a rafforzare la protezione degli immunizzati e per le eventuali nuove varianti resistenti ai vaccini.

“Tenendo questo a mente, dobbiamo focalizzarci sulle tecnologie che hanno dimostrato il loro valore: i vaccini a Rna messaggero sono un caso chiaro”, ha detto Von der Leyen.

Vaccini Covid, la nuova strategia Ue

La Commissione Ue, ha spiegato, “sta entrando in un negoziato con Pfizer-BioNTech per un terzo contratto” che prevedrà “la consegna di 1,8 miliardi di dosi nel corso del periodo 2021-2023”.

La nuova strategia punta tutto sui vaccini a Rna messaggero, che si sono mostrati più sicuri e affidabili di quelli prodotti da AstraZeneca e J&J, che impiegano un vettore virale con una tecnologia più tradizionale.

Al momento i vaccini Rna messaggero sono soli quelli prodotti da Pfizer- BioNTech e Moderna, ma nei prossimi mesi è in arrivo anche quello dell’azienda tedesca CureVac.

È stato l’eurodeputato della Cdu tedesca Peter Liese, portavoce per la Salute del gruppo Ppe, ad esplicitare quello che Von der Leyen ha lasciato solo intuire: “La Commissione in futuro non comprerà più vaccini da Johnson & Johnson e AstraZeneca, ma si affiderà ai vaccini a m-Rna di BioNTech/Pfizer, Moderna e CureVac per combattere nel lungo termine la pandemia”.

Vaccini Covid, in arrivo una nuova fornitura Pfizer

Pfizer-BioNtech “è un partner affidabile”, ha sottolineato von der Leyen, che “rispetta gli impegni” e “viene incontro alle nostre necessità”.

Per questo, ha annunciato, “abbiamo raggiunto un accordo con Pfizer-BioNTech per accelerare, ancora una volta, la consegna dei vaccini”.

Nel secondo trimestre, a partire da aprile, verranno consegnate ai Paesi Ue 50 milioni di dosi aggiuntive del vaccino, che avrebbero dovuto essere consegnate nel quarto trimestre.

In tutto Pfizer-BioNTech consegnerà all’Ue nel secondo trimestre 250 milioni di dosi.

VirgilioNotizie | 15-04-2021 12:48

Vaccini Covid e trombosi, ecco i sintomi da tenere d'occhio Fonte foto: ANSA
Vaccini Covid e trombosi, ecco i sintomi da tenere d'occhio
,,,,,,,