,,

Vaccini Covid, trombosi, effetti collaterali: cosa sappiamo oggi

A che punto sono gli studi sugli effetti collaterali dei vaccini anti-Covid attualmente somministrati in tutto il mondo

A più di un anno dallo scoppio della pandemia di Covid-19, innumerevoli studi sono stati effettuati per disvelare i misteri del coronavirus per identificare la strategia migliore per sconfiggerlo. Al momento, i vaccini sono l’unica arma che abbiamo a disposizione per contrastare la diffusione del Covid-19, ma nonostante la campagna vaccinale stia procedendo in molti Paesi del mondo, non sono mancati alcuni intoppi legati soprattutto all’emergere di rari effetti collaterali.

Vaccino Vaxzevria di AstraZeneca e i casi di trombosi

Il vaccino di AstraZeneca è stato protagonista di una nuova valutazione dell’Ema nel mese di marzo, dopo lo stop precauzionale causato da alcuni casi di trombosi che si sono verificati in persone che avevano ricevuto una dose.

Da allora, nonostante l’Ema abbia chiarito che non è possibile al momento stabilire una correlazione tra gli episodi trombotici e il vaccino, e che i benefici sono di gran lunga superiori ai rischi, alcune persone continuano a rimanere diffidenti e a chiedersi quanto sia effettivamente sicuro Vaxzevria.

Secondo l’ultimo report dell’agenzia regolatoria del Regno Unito (Mhra), sono 30 i casi avversi individuati su oltre 18 milioni di vaccini somministrati. Nella quasi totalità dei casi, gli eventi di trombosi (22 su 30) riguarderebbero soggetti con meno di 60 anni.

Perché è difficile individuare gli eventi avversi

Ma perché è così difficile studiare i rari effetti collaterali dei vaccini anti-Covid? A fare chiarezza  su questo punto è un articolo pubblicato sulla rivista Nature, che pone ancora una volta enfasi sulla differenza tra correlazione e causalità, che non sempre coincidono.

In una situazione ideale, come chiarisce l’articolo, per individuare gli eventi avversi sarebbe sufficiente effettuare determinati test di laboratorio. Test che però non sono sempre possibili per tutti gli effetti collaterali, “o perché non ci sono biomarcatori specifici per i quali testare, o perché tali test non sono pratici”.

Gli eventi rari nelle fasi di sperimentazione

Prima di procedere con la somministrazione su scala mondiale, tutti i vaccini devono attraversare delle fasi di test per essere dichiarati efficaci e sicuri. Come ha affermato la ricercatrice australiana Hilda Bastian, questi studi clinici sono “impostati per rispondere alle domande sull’efficacia e per valutare il tasso di eventi avversi abbastanza comuni“, come ad esempio il dolore nel punto in cui viene effettuata l’iniezione o il mal di testa.

Le fasi di sperimentazione prevedono la somministrazione dei vaccini su qualche decina di migliaia di volontari, cioè un numero troppo basso per individuare eventuali effetti collaterali molto rari che potrebbero verificarsi in meno di un caso per ogni 10mila vaccinazioni, si legge nell’articolo su Nature. Per questo questi eventi vengono studiati solo dopo l’inizio della campagna vaccinale, che comprende un bacino di somministrazioni molto elevato.

Gli studi sui vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna, AstraZeneca

Negli Stati Uniti, il National Institute of Allergy and Infectious Diseases ha approntato una sperimentazione clinica per studiare i rischi di allergia dei vaccini Covid-19 basati sull’Rna messaggero, come quello di Moderna o Pfizer-BioNTech. Come viene riportato dall’articolo su Nature, quest’ultimo è associato a un tasso di cinque casi di grave reazione allergica per milione di dosi, mentre quello prodotto da Moderna è associato a un tasso di tre casi per milione di dosi. Le persone colpite sembrano essere principalmente donne e persone con una storia di allergie.

Anche in Europa il comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza dell’Ema sta indagando ulteriormente sui rari disturbi della coagulazione del sangue riscontrati in un numero molto limitato di persone che avevano il vaccino AstraZeneca.

VirgilioNotizie | 05-04-2021 18:53

Vaccino Covid: nuovo rapporto sugli effetti collaterali in Italia Fonte foto: ANSA
Vaccino Covid: nuovo rapporto sugli effetti collaterali in Italia
,,,,,,,