,,

Ungheria no a Eurovision2020, la dura reazione di Lapo Elkann

Le dichiarazioni dopo la notizia secondo cui l'Ungheria non parteciperà all'Eurovision2020 perché ritenuta manifestazione gay-friendly

“La diversità è la forza oltre che la bellezza della nostra preziosa umanità. Non vogliamo essere tutti fotocopie o uniformati. Che noia e che triste sarebbe il Mondo”. Così Lapo Elkann ha voluto rimarcare a Virgilio Notizie la sua posizione sul tema Lgbt, dopo la notizia diffusa dai media britannici, secondo cui l’Ungheria avrebbe deciso di non partecipare al prossimo Eurovision Song Contest perché ritenuta una manifestazione troppo gay-friendly.

Già ieri Lapo Elkann, aveva espresso il suo sdegno con un tweet molto forte: “Che tristezza. Se fosse confermato che l’Ungheria non parteciperà al prossimo Eurovision2020 perché troppo gay friendly dovremmo chiederci se questo Paese ha ancora qualcosa in comune con l’Europa. VERGOGNA!”.

Poi interpellato da Virgilio Notizie ha voluto sottolineare che:
“La diversità è la forza oltre che la bellezza della nostra preziosa umanità. Non vogliamo essere tutti fotocopie o uniformati. Che noia e che triste sarebbe il Mondo”.

I fatti sono questi. Circa un mese fa l’Ungheria aveva ufficializzato l’intenzione di non mandare alcun rappresentante canoro del paese al Eurovision Song Festival 2020, che si terrà a Rotterdam dal 12 al 16 maggio 2020. La comunicazione era avvenuta mediante questo laconico comunicato: «Invece di prendere parte all’Eurovision Song Contest nel 2020, supporteremo direttamente le meritevoli produzioni create dai talenti della musica pop ungherese». La notizia non aveva sulle prime destato tanta attenzione ed era scivolata via quasi nell’indifferenza, visto anche lo scarso successo che storicamente la musica ungherese ha riscosso nella gara musicale continentale.

Poi nei giorni scorsi il Guardian e altri siti europei hanno iniziato ad avanzare il sospetto che la decisione ungherese possa avere una matrice anti-gay. Da qui le reazioni piccate sui social e anche quella di Lapo Elkann. Budapest da parte sua ha smentito queste ipotesi bollando il tutto come fake news, ma non ha fornito ulteriori dettagli su questa scelta.

VIRGILIO NOTIZIE | 29-11-2019 13:35

Famiglia Agnelli e la città di Torino ricordano Marella
,,,,,,,