,,

Ucraina, si combatte anche in mare: affondato cargo estone, due siluri su uno del Bangladesh. Ci sono vittime

Due navi sono state affondate nel giro di poche ore in Ucraina: ci sono dei morti, ma le cause delle due esplosioni sono ancora ignote. Cosa sappiamo

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Guerra totale: si combatte con i carri armati, con gli aerei, e adesso anche in acqua. Una nave cargo, Helt, è stato affondato nel Mar Nero al largo di Odessa. Era di proprietà estone, batteva bandiera di Panama Lo conferma il sistema di tracciamento Marine Trafic, che segnalava l’ultima posizione a circa 20 miglia dal porto ucraino. Sono ancora ignote le cause e le modalità dell’attacco. Un’altra nave del Bangladesh, qualche ora prima, era stata invece affondata, forse colpita da due siluri: ci sarebbe un morto. Cosa sappiamo.

Nave cargo estone affondata nel Mar Nero: cosa sappiamo

Secondo l’agenzia Reuters, la prima a ribattere la notizia, una nave cargo estone è affondata vicino alle coste dell’Ucraina, nei pressi di Odessa, dopo un’esplosione.

Il cargo Helt, questo il suo nome, batteva bandiera panamense

Il luogo dell’esplosione è stato confermato dal sistema di tracciamento Marine Trafic, che aveva segnalato l’ultima posizione della nave a circa 20 miglia dal porto ucraino.

Era scomparsa dai radar alle 12:18, dopo essere stata colpita.

ucraina cargo nave hestFonte foto: ANSA
Una foto della nave cargo Helt, prima dell’esplosione

Tutti e 6 i membri dell’equipaggio – quattro ucraini, un russo e un bielorusso – sono stati salvati dal servizio di ricerca e salvataggio marittimo ucraino: lo ha annunciato il ministero dei Trasporti del Governo di Kiev sul proprio profilo Telegram.

Inizialmente il ministro dell’Interno ucraino, Anton Gerashchenko, aveva parlato di “vittime tra l’equipaggio” dopo che “due siluri hanno affondato la nave mercantile Helt”.

Secondo quanto riferito all’agenzia Reuters da un responsabile della società, Vista Shipping Agency, l’esplosione sarebbe stata causata dall’urto con una mina navale.

Missili su nave cargo del Bangladesh: un morto

In realtà le navi colpite sono due. Prima del cargo estone, infatti, era stato affondato uno del Bangladesh, nel porto ucraino di Olvia, a 110 chilometri a est di Odessa.

Stando alle dichiarazioni rilasciate alla Reuters da Pijush Dutta, direttore esecutivo della Bangladesh Shipping Corp, proprietaria della nave: “Non è chiaro se si sia trattato di una bomba o di un missile, o chi abbia lanciato l’attacco”.

Una persona è morta, mentre “gli altri 28 membri dell’equipaggio sono illesi”.

Secondo un portavoce del ministero degli Esteri del Bangladesh, la nave era bloccata nel porto dal 24 febbraio, a causa dell’attacco russo: sarebbe stata colpita da un missile.

Chi è la vittima e cosa ha scritto l’ambasciata russa del Bangladesh su Facebook

L’ambasciata russa a Dacca, capitale del Bangladesh, ha lanciato un comunicato stampa su Facebook in cui ha riportato in primis il nome della vittima dell’esplosione sulla nave cargo: Hadisur Rahman, terzo ingegnere a bordo.

Poi ha aggiunto: “Le circostanze dell’incidente sono in corso di definizione. Esprimiamo le nostre condoglianze ai familiari e agli amici della vittima. Faremo di tutto per garantire una partenza sicura della nave dal porto. Il comando delle Forze armate della Federazione russa, basandosi sui dati oggettivi di monitoraggio, ha più volte affermato che, durante la ritirata, i nazionalisti ucraini aprono il fuoco indiscriminatamente e catturano deliberatamente ostaggi, usandoli come ‘scudo umano’, ricorrendo alle tattiche dei terroristi”.

navi-guerra-ucraina Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,