,,

Uccise la figlia per punire la moglie, condannato

Definitiva anche la provvisionale di 410mila euro per la moglie e i due figli all'epoca minorenni

Ergastolo per Roberto Russo, il 51enne che cinque anni fa uccise la figlia per punire la moglie che non voleva riprendere la loro relazione. La Cassazione ha ritenuto inammissibile il ricorso dell’imputato e confermato la sentenze della Corte d’Assise Appello di Catania emessa il 12 novembre 2018.

Russo, il 21 agosto 2014, accoltellò la figlia di 12 anni mentre dormiva nel suo letto e ferì gravemente anche l’altra figlia di 14 anni nella casa dove viveva la sua ex famiglia a San Giovanni la Punta.

L’uomo fu bloccato da due altri suoi figli, all’epoca dei fatti di 17 e 22 anni, e poi tentò il suicidio ferendosi con una coltellata all’addome. È diventata definitiva anche la provvisionale di 410mila euro per la moglie e i due figli all’epoca dei fatti minorenni, e di 80mila euro per il quarto figlio maggiorenne.

VirgilioNotizie | 18-07-2019 18:41

71a0f49db4d8b988a8b55cd3d49895e5.jpg Fonte foto: ANSA
,,,,,,,