,,

Uccide ex a martellate: "L'avevo detto e l'ho fatto". Il racconto choc

Ezio Galesi ha ucciso a martellate l'ex fidanzata Elena Casanova: la sua "spiegazione" fornita nell'interrogatorio

Emergono nuovi dettagli sul femminicidio avvenuto nella serata di mercoledì 20 ottobre a Castegnato, in provincia di Brescia. A perdere la vita è stata Elena Casanova, di 49 anni, uccisa a martellate dal suo ex fidanzato Ezio Galesi, di 10 anni più in grande.

‘La Repubblica’, riferisce che Galesi tormentava, tempestava di messaggi e accusava l’ex fidanzata di avere una nuova relazione.

Su un muro, una volta avrebbe scritto: “Goditi i 1.000 euro“, riferendosi a dei lavoretti che avrebbe fatto in casa della donna e per i quali non sarebbe stato pagato.

In un’altra occasione avrebbe bucato le gomme dell’auto di Elena Casanova.

Nella serata di mercoledì, dopo aver colpito mortalmente l’ex fidanzata vicino alla sua abitazione, avrebbe detto in dialetto ai vicini accorsi sul posto richiamati dalle urla: “L’ho uccisa io, l’avevo detto e l’ho fatto. Ero stufo“.

Secondo la ricostruzione dei fatti del quotidiano sul femminicidio di Castegnato, Galesi avrebbe bloccato Elena Casanova quando quest’ultima era appena salita in auto, tagliandole la strada.

Con un martello avrebbe sfondato il vetro dell’auto della donna e l’avrebbe trascinata fuori dall’abitacolo.

Quindi, l’avrebbe colpita diverse volte fino ad ucciderla.

La vittima avrebbe avuto solo il tempo di urlare un ultimo “perché” mentre chiedeva disperatamente aiuto.

Compiuto il gesto, Galesi si sarebbe seduto accanto al corpo, accendendosi una sigaretta in attesa dell’arrivo dei Carabinieri.

Femminicidio di Castagneto: l’interrogatorio di Ezio Galesi

Interrogato dal pubblico ministero Carlo Pappalardo nella notte a Brescia, Ezio Galesi avrebbe risposto: “In quel momento la volevo uccidere. Perché tanta violenza? Perché c’erano dei sentimenti“. Poi il dietrofront: “Anzi no, ritratto e non voglio rispondere a questa domanda. È stato un raptus“.

Secondo l’agenzia ‘Ansa’, Galesi avrebbe anche spiegato: “L’ho colpita più volte alla testa“.

E poi: “L’ho incrociata ieri in un negozio a Castegnato e sono andato ad aspettarla fuori casa”.

L’uomo è attualmente in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario aggravato.

VirgilioNotizie | 21-10-2021 14:24

Femminicidio Castagneto Fonte foto: ANSA
,,,,,,,