,,

Tweet pro Hitler, prof nella bufera: "Opinioni personali"

Un docente di Filosofia del diritto dell'Ateneo di Siena è finito al centro delle polemiche in seguito a un tweet considerato inneggiante a Hitler

Un docente di Filosofia del diritto dell’Ateneo di Siena, il professor Emanuele Castrucci, è finito al centro delle polemiche in seguito a un tweet considerato inneggiante a Hitler. Sul social network ha pubblicato una foto del Führer con il commento: “Vi hanno detto che sono stato un mostro per non farvi sapere che ho combattuto contro i veri mostri che oggi vi governano dominando il mondo”.

Il prof ha ripreso: “Hitler, anche se non era certamente un santo, in quel momento difendeva l’intera civiltà europea”. I tweet, dopo una giornata di aspre polemiche, è stato successivamente rimosso.

Le polemiche hanno coinvolto anche il rettore dell’università, Francesco Frati, in quanto la sua presa di posizione nei confronti del docente sarebbe stata ritenuta troppo indulgente.

Inizialmente il rettore si era limitato a dire, come riporta l’Ansa: “Il professor Castrucci scrive a titolo personale e se ne assume la responsabilità. L’università di Siena, come dimostrato in molteplici occasioni, è dichiaratamente antifascista e rifugge qualsiasi forma di revisionismo storico nei confronti del nazismo”.

Ma le parole del rettore non sono bastate a fermare l’ondata di polemiche che hanno travolto il professore. La vice ministra all’Istruzione Anna Ascani ha scritto su Facebook: “Davvero inquietante che un professore si abbandoni ad espressioni di esaltazione del nazismo e dell’antisemitismo. Nella scuola e nell’università italiana non può esserci spazio per simili inaccettabili espressioni”.

“La scuola e l’università – ha aggiunto Ascani – sono infatti da sempre fortemente legati ai valori della Costituzione che, lo ricordiamo, è antifascista. Simili aberranti esternazioni, non solo sono lesive dei valori educativi che ispirano la scuola e l’università, ma non possono e non devono ricevere legittimazione nel nostro Paese da parte di nessuno, tanto meno di un professore. La scuola e l’università condannano da sempre il nazismo e l’antisemitismo in tutte le sue forme. Il professore si vergogni e chieda scusa”.

Tale è stata l’indignazione che stamattina il rettore ha rilasciato una nota, diffusa dall’Università di Siena e riportata dall’Ansa: “Le vergognose esternazioni del prof. Castrucci offendono la sensibilità dell’intero Ateneo; ho già dato mandato agli uffici di attivare provvedimenti adeguati alla gravità del caso”.

Nella nota diffusa dall’Università si legge: “Il rettore, personalmente e in nome e per conto dell’Università di Siena, condanna con fermezza i contenuti filo-nazisti del post pubblicato su twitter” dal professor Castrucci.

“L’Ateneo che ho l’onore di rappresentare – ha aggiunto Frati – si è sempre caratterizzato per il forte impegno anti-fascista e combatte con forza tesi revisioniste neonaziste ed ogni forma discriminatoria nei confronti di qualsiasi popolo”.

Polemica per il tweet, per il prof “opinioni personali”

Rispondendo ad una email inviatagli dal direttore del dipartimento di giurisprudenza Stefano Pagliantini, il docente ha fatto appello alla “libertà di pensiero” e ha spiegato che quanto scritto su Twitter sono “opinioni del tutto personali”, espresse “fuori dall’attività di insegnamento”.

Secondo quanto riferito da Pagliantini ai giornalisti, Castrucci avrebbe così declinato l’invito ad un incontro che il direttore del dipartimento gli aveva proposto per placare la polemica.

Tweet pro Hitler, rischio licenziamento

Il rettore dell’Università di Siena Francesco Frati chiederà alla commissione disciplinare la sanzione della destituzione per il docente di filosofia del diritto. Secondo quanto riportato da Ansa è quanto emerso al termine della seduta odierna del Senato accademico che “unanime, ha condiviso la proposta del Rettore in ordine alle azioni da intraprendere”, spiega una nota dell’Ateneo. I legali dell’Ateneo hanno anche presentato denuncia alla Procura.

“Questa mattina ho sentito il Rettore Francesco Frati che mi ha subito comunicato la sua intenzione di prendere provvedimenti. Bene. Su queste cose non si scherza. Mai”. Queste le parole scritte su Facebook dal ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti.

Anche il governatore della Toscana, Enrico Rossi, ha detto la sua sul caso. Il presidente toscano infatti ha fatto sapere di aver dato mandato all’avvocatura regionale di “denunciare per apologia di fascismo il signor Emanuele Castrucci, fino ad oggi docente all’università di Siena”.

“La nostra Costituzione è antifascista, ricordiamolo sempre. Chi compie apologia di nazismo e fascismo delegittima la nostra Carta, nata dalla Resistenza. E il fatto è ancora più grave se a tradire la base del nostro diritto, della nostra convivenza civile, è un cittadino a cui sono affidate funzioni pubbliche, di formazione delle nuove generazioni in questo caso, cui deve adempiere con disciplina ed onore” si legge in una nota diramata dal governatore toscano.

Inoltre, come riporta ‘Ansa’, l’Ateneo di Siena, su disposizione del rettore Francesco Frati, sta predisponendo un esposto alla Procura nel quale si ipotizza il reato di negazionismo. Avviato anche l’iter per valutare eventuali sanzioni disciplinari: la commissione incaricata si riunirà nei prossimi giorni.

La polemica è sorta dopo le vicissitudini legate al caso Segre del mese scorso.

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha scritto su ‘Twitter’: “Quello che è successo a Siena è gravissimo. Il negazionismo e il fascismo non devono trovare e non troveranno mai cittadinanza nelle scuole e nelle università italiane. Teniamo alta la guardia”.

In una nota riportata da ‘Ansa’, la vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni ha dichiarato a proposito del professore: “È bene che chi ha il potere di allontanarlo dall’Università lo faccia e al più presto”.

VIRGILIO NOTIZIE | 02-12-2019 18:30

tweet-pro-hitler Fonte foto: Twitter
,,,,,,,