,,

Tunisino picchiato in Questura a Milano, 8 poliziotti indagati: "Preso a calci e pugni", spunta un video

Un 20enne tunisino è stato picchiato da alcuni agenti in Questura a Milano, con le violenze riprese dalle telecamere di videosorveglianza

Pubblicato il:

Otto poliziotti sono indagati per aver picchiato un tunisino 20enne in Questura a Milano. L’episodio, che risale allo scorso 5 ottobre, è emerso dopo una segnalazione interna alla Questura, con gli agenti che sarebbero stati immortalati anche in un video mentre consumavano la violenza sul giovane che era destinato a un centro per l’espulsione.

Tunisino picchiato in Questura

L’indagine, come detto, è partita in seguito a una segnalazione interna alla Questura, probabilmente di alcuni agenti che avevano assistito alla violenza senza però intervenire. Dall’indagine è emerso che sette agenti avrebbero picchiato il giovane che si trovava in Questura per un procedimento d’espulsione.

In un primo momento il 20enne sarebbe stato colpito con uno schiaffo da uno degli agenti, poi, costretto a sedersi, la violenza sarebbe stata ripetuta in un’altra stanza. Ma la prima parte, riferisce l’indagine, sarebbe stata immortalata dalle telecamere dei corridoi dell’ufficio immigrazione. Immagini che incastrerebbero i poliziotti.

Indagati 8 poliziotti

Per sette poliziotti l’accusa sarebbe di violenza privata aggravata “dall’abuso di poteri” e dalla “violazione dei doveri inerenti a una pubblica funzione”.

All’ottavo agente è invece contestato il fatto di non aver denunciato quanto visto. Tra gli agenti indagati, e ora spostato in un altro ufficio, ci sarebbe anche un operatore che era in servizio all’ufficio immigrazione con ruolo amministrativo la cui presenza, al momento del passaggio del 20enne, sarebbe stata occasionale in quanto non rientrerebbe nei suoi compiti

20enne non denuncia la violenza

Come detto, a denunciare l’accaduto potrebbero essere stati degli agenti della Questura che avrebbero assistito al pestaggio. Al momento, comunque, la segnalazione resta anonima e interna alla Questura.

La violenza, invece, non è stata denunciata dal 20enne tunisino irregolare e destinato a un centro per l’espulsione. Il giovane, però, è stato ascoltato e la sua testimonianza è stata comunque acquisita con la formula dell’incidente probatori

polizia-milano Fonte foto: ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,