,,

Torino, maestra licenziata per un video hard diffuso dall'ex

Una maestra di 22 anni ha perso il lavoro per colpa di un video hard diffuso dall'ex fidanzato su Whatsapp

Vittima di revenge porn, e pure licenziata. È quanto successo a una donna residente nel Torinese, maestra d’asilo. Un suo video hard, inviato all’allora fidanzato durante la loro relazione insieme ad alcune foto, è stato diffuso dall’uomo nella chat Whatsapp del calcetto.

Il filmato ha fatto il giro del paese ed è costato il posto di lavoro alla donna, procurandole un danno di immagine che dovrà essere quantificato dai giudici.

Video hard, licenziata la maestra d’asilo: cosa è successo

La donna vittima di revenge porn aveva girato all’allora fidanzato un video e delle foto, inoltrate da lui nella chat del calcetto. La moglie di uno dei compagni di squadra ha riconosciuto la maestra, che lavorava nell’asilo di suo figlio.

Questa, con la complicità del marito, ha spedito le foto ad altre mamme e – stando alle accuse della Procura – sarebbe arrivata a minacciare la 22enne di mettere al corrente la direttrice scolastica se la maestra avesse sporto denuncia contro l’ex fidanzato.

La giovane donna, senza paura, ha comunque presentato querela.

Sono passati oltre due anni da quando l’ex compagno ha inoltrato il video agli amici. Da quel giorno la vita della 22enne, che ama stare con i bambini e faceva la maestra d’asilo, è stata stravolta.

Ha perso il lavoro, costretta alle dimissioni dalla direttrice scolastica e umiliata dalle chiacchiere di una collega e di una coppia di genitori: “Soffro ancora per quello che è accaduto — ha raccontato nei verbali agli atti dell’inchiesta, ripresi dalla Stampa —. Il mio ex ha tradito la mia fiducia, mai avrei pensato che mettesse le mie foto su una chat“.

Video hard, maestra vittima di revenge porn: 5 indagati

Gli indagati, a vario titolo, sono 5: devono rispondere di diffamazione, violenza privata e divulgazione di materiale privato.

L’ex fidanzato si è pentito. Ha risarcito la giovane, ottenendo così il beneficio della messa alla prova: un anno di servizi sociali.

Direttrice dell’asilo e la moglie del calciatore compagno di squadra dell’ex fidanzato invece affronteranno il processo.

Alla prima viene imputato di aver obbligato la ragazza alle dimissioni e di averla diffamata spiegando ai genitori dei bambini il motivo del suo addio.

Alla seconda di aver diffuso le immagini.

Il marito di quest’ultima e la collega di lavoro della vittima, invece, hanno scelto riti alternativi.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-11-2020 11:38

Chi sono le vittime di revenge porn, tante minorenni e vip Fonte foto: Ansa
Chi sono le vittime di revenge porn, tante minorenni e vip
,,,,,,,