,,

Voli di Stato, Salvini: "Nessun silenzio, ho diffuso l'elenco"

Matteo Salvini, torna sulla questione dei voli di Stato, in una lettera al quotidiano La Verità

“Ho già diffuso l’elenco dettagliato di tutti i miei viaggi: aggiungo che non sono mai salito su voli secretati, nemmeno per motivi di sicurezza. Quando sono andato in Libia (giugno 2018) ho utilizzato un aereo militare e avevo pubblicato le immagini sui miei profili social. Non ho mai portato giornalisti a bordo”. Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, torna sulla questione dei voli di Stato, in una lettera al quotidiano La Verità.

“Sui voli di linea (che prediligo anche per gli impegni istituzionali all’estero, come successo per Romania, Ungheria o Russia) scelgo la classe economica, e pochi mesi fa sono volato in Grecia con mio figlio usando una compagnia low cost. Sono sicuro dell’assoluta correttezza delle mie scelte, e sono certo che la Corte dei Conti potrà confermarlo”.

Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza, in una nota, aveva fatto chiarezza: “Negli undici mesi di permanenza al Viminale, ha utilizzato gli aerei della Polizia di Stato per 19 tratte, per la durata media di un’ora, che fanno riferimento a 10 giorni”. Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza aveva aggiunto: “I costi di un’ora di volo sono di 1.415 euro complessivi, di cui 315 euro sono i costi per il carburante e 1100 euro per la manutenzione. Parte di queste ore fanno riferimento a pacchetti esercitativi per i quali l’aereo, al di là dell’utilizzo specifico, comunque deve necessariamente essere movimentato”.

Il Viminale aveva anche fornito la specifica di tutti i voli del ministro: 45 in totale le tratte nei suoi 11 mesi da ministro. Per 19 volte il ministro ha volato su aerei della polizia, per 22 su quelli del 31/o Stormo dell’Aeronautica Militare e per due volte (Roma-Tripoli andata e ritorno il 26 giugno scorso) su un C 27J militare.

VIRGILIO NOTIZIE | 23-05-2019 10:29

salvini
,,,,,,,