,,

Viterbo, pakistano abusa di due minori. Salvini: "Sarà espulso"

L'uomo aveva un permesso umanitario perché aveva dichiarato al giudice di essere gay

Un 29enne pakistano è stato arrestato ieri, a Viterbo, con l’accusa di abusi sessuali su bambine di 11 e 13 anni. Secondo quanto riporta Il Messaggero, l’uomo aveva un permesso umanitario perché aveva dichiarato al giudice di essere omosessuale, dunque perseguitato nel suo paese d’origine.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha dichiarato sul suo profilo Twitter:

“Il pachistano arrestato a Viterbo per aver violentato due bambine era in Italia grazie a un giudice di Firenze che gli aveva concesso la protezione in quanto omosessuale e dunque perseguitato nel suo Paese d’origine… Pazzesco. Capite che c’è qualcosa che non va?”.

Dopo il caso dello stupro di Viterbo e l’omicidio del commerciante del mese scorso, la città torna a far parlare di sé sulle pagine di cronaca. Secondo quanto ricostruito dal Messaggero, l’uomo avrebbe abusato delle due bambine a distanza di poche ore, presso gli androni delle loro abitazioni. Avvicinandole con una domanda sugli appartamenti in affitto, avrebbe poi toccato le loro parti intime. La prima violenza si è verificata mentre la bambina tornava da scuola, mentre l’altra è avvenuta mentre la vittima stava raggiungendo la propria madre. Potrebbero tuttavia non essere gli unici episodi, motivo per il quale sono in corso ulteriori indagini.

Come riferisce Il Messaggero, il ministro Salvini annuncia che, grazie al decreto sicurezza, il pakistano potrà essere espulso:

“La commissione territoriale aveva respinto la richiesta di asilo del pakistano, ma l’immigrato aveva fatto ricorso. Grazie al decreto sicurezza, verrà richiesta alla Commissione nazionale la revoca del permesso che comunque scade il 24 luglio 2019. Fatte salve le esigenze cautelari, il pakistano potrà essere espulso”.

VirgilioNotizie | 02-06-2019 17:36

polizia Fonte foto: ANSA
,,,,,,,