,,

Violenza di Viterbo, interrogati i militanti di Casapound

Il giudice: "Abusi reiterati, fatti di gravità inaudita". I legali di Chichirozzi e Lecci: "Era un rapporto consenziente"

Francesco Chichirozzi e Riccardo Licci, i due militanti di Casapound arrestati con l’accusa di aver abusato di una donna di 36 anni, a Viterbo, sono stati interrogati dal Gip del tribunale della città laziale e si sono giustificati parlando di «rapporto consenziente». Il giudice, ora, ha cinque giorni di tempo per decidere se convalidare o meno l’ordinanza di custodia in carcere.

“Scene raccapriccianti” nel circolo di Viterbo

L’ordinanza di custodia cautelare redatta dal giudice per l’indagine preliminare, Rita Cialoni, così come riferito dall’Ansa, parla di fatti di “gravità inaudita” e di “scene raccapriccianti” per definire i video ripresi con i cellulari, uno dei quali di 7 minuti di durata, che mostrano quanto avvenuto all’interno di un circolo di Viterbo. Secondo la ricostruzione del giudice, i due hanno commesso “reiterati abusi” sulla donna, agendo in modo “beffardo e sprezzante”. Inoltre, “la pervicacia” dell’azione sarebbe indice “della negativa personalità” dei due arrestati, dei quali viene sottolineato il “mancato controllo degli impulsi”. I due, recita ancora l’ordinanza, nei passaggi citati dall’Agenzia, hanno agito “nonostante lo stato di semi-incoscienza” in cui versava la donna.

La difesa dei militanti di Casapound

La posizione difensiva è stata invece riferita ancora dagli avvocati dei due, Marco Mazzatosta, Giovanni Labate e Domenico Gorziglia, all’uscita dall’interrogatorio di garanzia: «Hanno fornito una versione dei fatti in parte divergente da quella della persona offesa e dalla procura – sono le parole di Mazzatosta riferite dall’Ansa – Sono ragazzi di 20 anni che hanno avuto un rapporto» e ritengono che questo sia stato «consenziente, sulla base di una serie di elementi», che, aggiunge l’avvocato ai giornalisti, «non vi possiamo dire». I legali aggiungono: «I nostri assistiti non sono i mostri che vengono descritti. Sono addolorati per quello che è avvenuto. Sicuramente hanno valutato in maniera errata una situazione. Abbiamo dato spunti probatori alla procura e ora aspettiamo con fiducia la decisione». Parole in difesa dei figli erano giunte già dai genitori degli indagati. Sui fatti contestati ai due si sono pronunciate anche le forze politiche, non ultimi i vicepremier Salvini e Di Maio.

VirgilioNotizie | 30-04-2019 16:10

arresto-chichirozzi-lecci Fonte foto: ANSA
,,,,,,,