,,

Viterbo: violenza sessuale e minacce dai militanti di Casapound

Due ordinanze di custodia cautelare eseguite dalla polizia. Interviene Di Maio: "Mi auguro facciano 30 anni di galera".

“Stai zitta, tanto non ti crederà nessuno”. L’avrebbero minacciata così i militanti di Casapound dopo averla violentata all’interno di un locale. Per gli inquirenti, si legge su ANSA, si è trattato di “Una violenza inaudita: la donna è stata abusata più volte prima da uno e poi  dall’altro per alcune ore, fino a quando non è stata abbandonata dai due ragazzi sotto casa”.

Abusata da due militanti di Casapound

Due uomini, tra cui un consigliere comunale eletto con Casapound, sono stati arrestati in provincia di Viterbo per la violenza sessuale che avrebbero perpetrato nei confronti di una donna di 36 anni. Le ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dalla polizia. Come spiega l’Ansa, i due avrebbero commesso gli abusi all’interno di un circolo privato di Viterbo di cui avevano disponibilità esclusiva. Lo stupro sarebbe avveuto nel locale Old Manners, secondo la ricostruzione della polizia riportata da Ansa. Non si tratterebbe di una sede ufficiale di Casapound, ma un punto di ritrovo di cui i militanti del movimento avevano le chiavi.

Il Messaggero precisa, nella propria edizione on line, che il politico locale arrestato è il 21enne Francesco Chiricozzi (nella foto Ansa, tratta dal profilo Facebook del giovane), consigliere comunale di Casapound nel Comune di Vallerano. Secondo Repubblica, anche l’altro arrestato, Marco Licci, 19 anni, sarebbe un militante dell’organizzazione politica di estrema destra. Simpatizzante di Casapound sarebbe anche la vittima della violenza, 36 anni, che i due avrebbero fatto bere per poi tentare un approccio sessuale. Di fronte al rifiuto, prosegue Repubblica, l’avrebbero stordita con calci e pugni  per poi abusare di lei per ore. La violenza risale al 12 aprile scorso, nei giorni successivi la giovane donna ha sporto denuncia. Le immagini della sono state riprese con un telefonino, il video inchioderebbe i due uomini, arrestati con l’accusa di violenza di gruppo e lesioni aggravate.

Ansa ha riportato alcuni post pubblicati da Francesco Chiricozzi sul suo profilo Facebook: “Trova l’intruso…” ha scritto il giovane, postando un selfie che ritraeva l’interno di un pullman riferendosi a una donna straniera seduta dietro di lui. In un altro post il 21enne ha scritto: “Chi è a favore dello IUS SOLI odia la propria razza, odia la propria cultura, odia la propria identità. Essere a favore di questa legge suicida equivale a pisciare sulla tomba di tutti quegli eroi che con il proprio sangue hanno tracciato e difeso i confini della nostra nazione. Orneremo i nostri lampioni con i vostri corpi penzolanti, traditori”. In un altro post: “Belli, compatti e Fascisti. Blocco studentesco per mille anni”.

Violenza sessuale a Viterbo: le reazioni dei politici

Sullo stupro di Viterbo sono arrivate subito le dichiarazioni dei politici. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è tornato a proporre la castrazione chimica per gli stupratori: “Nessuna tolleranza per pedofili e stupratori: la galera non basta, ci vuole anche una cura. Chiamatela castrazione chimica o blocco androgenico, la sostanza è che chiederemo l’immediata discussione alla Camera della nostra proposta di legge, ferma da troppo tempo, per intervenire su questi soggetti. Chiunque essi siano, bianchi o neri, giovani o anziani, vanno puniti e curati”. Sono le parole del ministro citate da Ansa.

Sul fatto è intervenuto anche il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio, con una nota subito divulgata dall’Ansa: “Quanto accaduto a Viterbo è scioccante. I balordi che hanno violentato questa ragazza la pagheranno cara. Se quanto riporta la stampa in queste ore corrisponde al vero mi auguro si facciano 30 anni di galera. La mia vicinanza e tutto il sostegno possibile alla donna e alla sua famiglia”.

Ansa riferisce anche il commento postato su Facebook dal ministro della Difesa, Elisabetta Trenta: “È vergognoso e la pagheranno cara i balordi che hanno abusato della giovane 36enne a Viterbo. Dalle prime notizie sembra che la ragazza sia stata colpita, picchiata e poi dopo aver perso i sensi violentata. È sconvolgente. E sembra che nello stupro sia coinvolto anche un consigliere comunale eletto con Casapound. Ditemi voi se queste non sono delle bestie!”.

“Per noi è un atto infame. Ribadisco, le persone nel frattempo sono espulse. Casapound non si è mai macchiata di reati relativi a violenze sessuali che abbiamo sempre condannati e mai avallato”, ha detto all’Ansa Gianluca Iannone, presidente di Casapound Italia.

VirgilioNotizie | 29-04-2019 17:30

Stupro a Viterbo, arrestati due esponenti di Casapound Fonte foto: ANSA
Stupro a Viterbo, arrestati due esponenti di Casapound
,,,,,,,