,,

Ultimo tango a Parigi, tutto sulla storia del burro

Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci, tutto sulla del burro con Marlon Brando e Maria Schneider

In “Ultimo tango a Parigi”, film cult di Bernardo Bertolucci (morto all’età di 77 anni), la scabrosa scena del burro dura otto secondi. La pellicola, con Marlon Brando e Maria Schneider, racconta la storia di un americano di mezza età, Paul, che vive a Parigi e dopo il suicidio della moglie incontra la giovanissima Jeanne. I due appaiono spesso in lunghe scene d’amore, la più celebre delle quali è appunto quella in cui Paul sodomizza Jeanne utilizzando del burro come lubrificante. Una scena che nel 1972, all’uscita del film, destò grande scandalo, tanto che in Italia quegli otto secondi furono subito censurati.

La scena censurata

Gli incontri tra Paul e Jeanne avvengono in un appartamento vuoto di Parigi. Nella scena scandalosa c’è Paul seduto sul pavimento che chiede a Jeanne di prendergli del burro in cucina. Jeanne risponde che va di fretta e che c’è un taxi che l’aspetta, ma lui insiste perché lei gli porti il burro. Jeanne allora getta il panetto in terra, vicino a lui, e gli dice: “Quello che mi fa impazzire è che sei maledettamente sicuro che tornerò qui. Ma cosa credi tu, che un americano, seduto per terra, in un appartamento vuoto, che mangia formaggio e che beve acqua sia uno spettacolo interessante?”. Poi si vedono i due seduti in terra. Lei scopre un nascondiglio sotto il pavimento, e Paul si appresta ad aprirlo ma lei lo ferma e lui dice: “Hai paura? Tu hai sempre paura”. Quindi Paul afferra Jeanne con forza e la mette distesa prona sul pavimento, mentre lei dice: “Forse c’è un segreto di famiglia là sotto”. Lui quindi le tira giù i pantaloni, risponde “Segreto di famiglia? Te lo dico io il segreto di famiglia”, con due dita prende del burro dal panetto e compie l’atto sessuale con lei che piange e urla “no, no”.

Per l’attrice fu una violenza

Alcuni anni fa Maria Schneider ha raccontato che la scena fu girata senza il suo consenso. “La scena del burro? E’ stata un’idea di Marlon Brando. E Bertolucci mi disse che cosa dovevo fare solo poco prima di girarla. Mi hanno ingannato” ha detto l’attrice. “Mi hanno quasi violentata. Quella scena non era prevista nella sceneggiatura. Io mi sono rifiutata, mi sono arrabbiata. Ma poi non ho potuto dire di no. Avrei dovuto chiamare il mio agente o il mio avvocato perché non si può obbligare un attore a fare qualcosa che non è nella sceneggiatura. Ma all’epoca ero troppo giovane, spiega, non lo sapevo. Così fui costretta a sottopormi a quella che ritengo essere stata una vera violenza. Le lacrime che si vedono nel film sono vere. Sono lacrime di umiliazione”. Nel 2013 anche Bertolucci ha ammesso che la scena del burro non fu concordata con l’attrice e che non era consenziente.

ASKANEWS | 26-11-2018 14:57

tango-parigi
,,,,,,,