Turchia: presidenzialismo, primo decreto

Eliminati riferimenti a primo ministro in 5 mila leggi dal 1924

(ANSA) – ISTANBUL, 4 LUG – La Turchia ha emesso il primo decreto per adeguare la normativa esistente al nuovo sistema presidenziale, entrato in vigore dopo il voto dello scorso 24 giugno, in cui Recep Tayyip Erdogan ha vinto con il 52,6%.

Il testo di 74 articoli, pubblicato oggi sulla Gazzetta ufficiale, elimina i riferimenti alla figura del primo ministro – che è stata abolita, trasferendo i poteri esecutivi al capo dello stato – in circa 5 mila leggi emanate a partire dal 1924.

Il potere di emanare decreti anche dopo lo scioglimento della legislatura era stato affidato al governo uscente dal Parlamento per garantire la transizione al nuovo sistema.

Un altro decreto per stabilire la struttura del nuovo governo è previsto dopo il giuramento di Erdogan, in programma domenica.

Nel prossimo esecutivo, i ministeri saranno ridotti da 21 a 16, con diversi accorpamenti, tra cui il trasferimento delle deleghe per l’Unione Europea al ministero degli Esteri.

ANSA | 04-07-2018 14:47