,,

Toninelli contro Salvini: bocciato decreto dello sblocca cantieri

Salvini: "Il governo è pagato per fare". Risponde Toninelli: "Siamo al giro di boa con lo sblocca cantieri"

Continuano le polemiche tra Lega e Movimento 5 Stelle. Dopo l’ultimatum di Conte sulle tensioni tra i due partiti, il nuovo terreno di scontro è il decreto Sblocca cantieri della Lega.

Il tutto è iniziato alle 21 di ieri sera, secondo quanto riporta il “Corriere”, quando Matteo Salvini entra a Palazzo Chigi per parlare proprio dello Sblocca cantieri. “Se il governo dura glielo potrò dire soltanto quando avremo visto come va con il decreto. Perché a questo punto noi possiamo soltanto guardare ai fatti”, avrebbe dichiarato al giornale. Alle 21:30 Salvini esce dal palazzo in collera: “Andiamo bene… Sullo sblocca cantieri, Conte ci ha detto no“. Secondo quanto afferma il “Corriere”, nella riunione il premier avrebbe negato l’emendamento leghista, perché non era stata approfondita a sufficienza la moratoria di due anni all’entrata in vigore del codice degli appalti. “Pensi un po’…”, avrebbe commentato Salvini. “Senza la moratoria sarebbe entrata in vigore la direttiva europea, non una normativa fatta da mafia, camorra e ‘ndrangheta. Eppure, niente. Ma non è che possiamo ripartire dal punto zero con i no”.

Questa mattina, parlando a Rtl, Salvini ha spiegato:

“Non ho alcuna intenzione di far cadere il governo, ma i ministri e i presidenti sono pagati per fare. Non è la Lega ma il Paese che ha le idee chiarissime”.

Secondo il programma del leader leghista, bisognerebbe dunque “resettare il codice degli appalti, aprire i cantieri e cancellare tutta quella burocrazia”. Rispondendo poi all’osservazione di giornalisti sul fatto che dopo il discorso di Conte, poco è cambiato, Salvini ha commentato:

La mia volontà c’è, ma se mi dovessi accorgere che tra 15 giorni ci ritroviamo qui a dirci le stesse cose, con gli stessi ritardi e gli stessi rinvii, allora sarebbe un problema. Noi siamo pronti, vogliamo fare, abbiamo idee e progetti. Conto che assorbiti i voti di questa campagna elettorale tutti partano determinati e compatti”.

Una dichiarazione in linea con quanto aveva affermato ieri, in un’intervista al “Corriere”, nella quale avrebbe detto che entro la fine del mese si sarebbe saputa la sorte del governo giallo-verde.

A rispondergli dai microfoni di Radio24, è stato il Ministro dei Trasporti in persona, Danilo Toninelli.

“Mi sono stancato della retorica che Salvini dice sì e il M5s dice no. Si dice sì alle cose giuste. Siamo al giro di boa, lo sblocca cantieri Salvini lo vuole fare o no. Se è no, Conte non ha alle spalle un governo di legislatura”.

Riguardo all’attuale situazione del governo, il Ministro delle Infrastrutture attacca Salvini:

“A parole dice andiamo avanti ma nei fatti, con l’emendamento allo sblocca cantieri bocciato da tutti e non solo da noi, fa l’esatto opposto”.

Rispondendo live alla minaccia di Salvini sulla possibile crisi di governo, Toninelli afferma:

“A Salvini, che dice che non vuole far cadere il governo e andare avanti, chiedo di venire al tavolo tecnico sullo sblocca cantieri. La campagna elettorale è finita“.

 

VirgilioNotizie | 04-06-2019 09:49

salvini-toninelli
,,,,,,,