,,

Toninelli: "Chiedo scusa a nome dello Stato, ma Salvini dov'è?"

A un anno dall'incidente ferroviario, la commemorazione delle vittime a Pioltello. Toninelli si scusa a nome dello Stato. Analisi costi TAV in corso

A un anno dalla tragedia ferroviaria di Pioltello, a seguito della quale sono morte 3 persone e ne sono rimaste ferite 46, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli si scusa a nome dello Stato.

Alla commemorazione arriva da solo, nonostante abbia espresso il desiderio di avere accanto a sé il vicepremier Matteo Salvini. «Bisogna fare di più, stiamo facendo di più» afferma Toninelli, in occasione della commemorazione delle vittime. Lo fa dopo aver viaggiato in treno, lungo la tratta Cremona-Milano Porta Garibaldi; la stessa dell’incidente avvenuto a poche centinaia di metri dalla stazione di Pioltello-Limito. «Mancava la manutenzione» aggiunge il ministro. «La più grande opera è la manutenzione ordinaria e straordinaria». Dai dati forniti da RFI, l’Italia risulta ai primi posti in Europa in merito alla sicurezza, ma per Toninelli non è abbastanza: «Non voglio più nessun morto».

Per quanto riguarda la questione TAV, Toninelli annuncia che è in corso una analisi costi-benefici, per ottimizzare al meglio le spese per la realizzazione della tratta Torino-Lione. E assicura: «Del referendum si parlerà esclusivamente dopo l’analisi costi benefici». La TAV è sottoposta a un accordo internazionale con la Francia, e Toninelli si impegna ad andare a Bruxelles per un confronto con la Ministra dei Trasporti francese prima di rendere pubblica l’analisi.

Rete Ferroviaria Italiana rinnova la propria vicinanza alle vittime dell’incidente, confermando il proprio impegno a garantire il più possibile i maggiori standard di sicurezza per le proprie infrastrutture. Per il bene di tutte le persone che quotidianamente utilizzano i treni per spostarsi, andare a lavoro, vivere serenamente la propria quotidianità.

VIRGILIO NOTIZIE | 25-01-2019 10:20

toninelli
,,,,,,,