,,

"Ti porto a casa io": quando l'autista Sy molestò una ragazza

Nel 2018, Ousseynou Sy è stato condannato in appello a un anno per violenza sessuale

La vita di Ousseynou Sy, il dirottatore di San Donato, è passata al setaccio in questi giorni. Nel 2018, l’uomo è stato condannato in appello a un anno per violenza sessuale.

Il lungo procedimento giudiziario è nato da un episodio accaduto nel 2010, durante il viaggio serale nelle campagne tra Crema e Cremona del pullman di periferia guidato da Sy. Come riporta ‘La Repubblica’, l’autista si era offerto di accompagnare personalmente a casa una ragazza di 17 anni che, per distrazione, aveva saltato la sua fermata: «Ti riporto a casa io alla fine del giro», le aveva detto.

Dopo pochi minuti, però, Ousseynou Sy si era reso protagonista di un approccio sessuale brusco e imprevisto, non richiesto dalla ragazza, caratterizzato – secondo la denuncia – da toccamenti al seno e ai glutei. Per l’avvocato di allora e di oggi dell’autista, Davide Lucchini, stando alle sue parole riportate da ‘La Repubblica’, sarebbe stato invece «meno di uno sfioramento». Il giudizio di primo grado aveva condannato l’autista Sy a un solo mese, ma la sentenza di appello ha esteso la condanna a un anno.

Nel 2007, Sy si era separato dalla moglie poco dopo la nascita del secondo figlio. Nel novembre dello stesso anno, a Ghedi (in provincia di Brescia), l’autista è stato fermato dalla polizia a bordo di un’auto, con una concentrazione di alcol nel sangue di poco sopra il limite di legge. Questo episodio gli era costato un decreto di condanna penale, una multa di 680 euro e la sospensione per sei mesi della patente. Per non perdere il lavoro, però, Sy aveva deciso di mettersi in malattia.

Dodici anni dopo, nella mattinata di mercoledì 23 marzo 2019, Ousseynou Sy ha dirottato lo scuolabus che stava guidando, con a bordo due classi di 51 studenti di seconda media. L’uomo ha tenuto i bambini sotto sequestro per 40 minuti, con la minaccia di uccidere tutti. Il coraggio di alcuni bambini, che hanno lanciato l’allarme, ed il pronto intervento delle forze dell’ordine, però, hanno evitato una strage.

VirgilioNotizie | 22-03-2019 09:34

,,,,,,,