,,

TAV: analisi costi-benefici si fa attendere, scontro M5S-Lega

Continua il dibattito sulla realizzazione della Torino-Lione. Ma i conti sui costi di Salvini e Toninelli sembrano differire

Il dibattito circa la realizzazione della linea ad alta velocità Torino-Lione continua. Qualche giorno fa, in occasione della commemorazione per le vittime dell’incidente ferroviario di Pioltello, il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli aveva affermato di stare valutando l’analisi costi-benefici per la TAV. Analisi che, a quanto si legge su La Repubblica, sembra essere pronta già da venti giorni, senza tuttavia essere stata resa pubblica.

Ma la questione è ormai diventata un duello fra Toninelli e Salvini, i cui conti differiscono. Secondo alcune indiscrezioni trapelate dall’analisi dei dossier redatti dai team di esperti, vi sarebbe un’ingente discrepanza sull’ammontare dei costi per la realizzazione della linea di collegamento tra Francia e Italia. Mentre, da un lato, i costi annunciati dal Movimento 5 Stelle raggiungerebbero i 20 miliardi di euro, quelli effettivi sarebbero 14, di cui soltanto 4,6 a carico dell’Italia, come sostiene l’Osservatorio di Paolo Foietta.

L’analisi dei costi non riguarda soltanto quelli necessari per la realizzazione della linea ferroviaria, ma anche quelli che comporta la non realizzazione, fra penali, chiusura dei cantieri e attese protratte.

«Mi sono rotto le scatole di sentirmi dire che io e il M5S blocchiamo i cantieri. Non abbiamo bloccato nessun cantiere. Stiamo valutando l’analisi costi-benefici» ha detto Toninelli, ospite di Mattino Cinque. «Con Salvini ho ottimi rapporti, ci metteremo a tavolino e prenderemo una decisione. Chiunque può parlare, ma prima di tutto parlano i numeri».

Sul ritardo per la pubblicazione della suddetta analisi costi-benefici, Toninelli ha dichiarato che prima di renderla di dominio pubblico attende la conferma da parte della ministra francese e la commissaria UE.

VIRGILIO NOTIZIE | 29-01-2019 13:41

Toninelli Salvini
,,,,,,,