,,

Sub eroe della grotta in Thailandia salvato negli Usa

Era rimasto intrappolato in un anfratto del Tennessee: si è salvato rimanendo in zone con sacche di aria

È stato soccorso in una situazione analoga a quella in cui era intervenuto, nell’estate del 2018, uno dei sub britannici che avevano partecipato ai soccorsi dei dodici ragazzi intrappolati, con il loro allenatore, in una grotta della Thailandia. Josh Bratchley è stato recuperato, a sua volta, come riferisce Ansa, in una grotta del Tennessee, 28 ore dopo la sua scomparsa: un periodo trascorso, con grande freddezza, in sacche di aria presenti nell’anfratto.

Bratchley era impegnato nell’esplorazione di alcune grotte con un gruppo di altri sub inglesi, che hanno dato l’allarme, accorgendosi che mancava all’appello dopo l’ultima immersione. Erano le 15, ora locale, di martedì, 16 aprile, e i soccorsi sono scattati dopo 3 ore.

Il sub ha dimostrato un sangue freddo eccezionale. Nel dare la notizia, Il Messaggero riferisce che Derek Woolbright, coordinatore dei soccorsi, ha descritto così il momento del ritrovamento: «Era sveglio, attento ed orientato. La sua unica richiesta, non appena giunto in superficie, è stata quella di poter mangiare una pizza». Sempre dal Messaggero, anche le parole del primo sommozzatore che lo ha raggiunto, Edd Sorenson: «Mi sono avvicinato al vuoto d’aria e lui era li, calmo in maniera sconvolgente. Appena mi ha visto ha detto: “Grazie, grazie mille. Chi sei?”». Controllato dai medici, Bratchley è risultato  in buono stato di salute e ha rifiutato ulteriori assistenze. Pizza a parte, ovviamente.

VirgilioNotizie | 18-04-2019 17:43

ragazzi-thailandesi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,