,,

Stipendio decurtato, Conte replica alle polemiche. La lettera

Conte ha replicato agli attacchi del Pd che mettevano in dubbio la veridicità del taglio dello stipendio

“Onestà e trasparenza: due parole chiave per il Governo del Cambiamento, due modi di agire attraverso i quali, sin dai primi giorni, abbiamo voluto dare un indirizzo di rottura con gli schemi del passato”. Con queste parole il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha replicato, postando un documento ufficiale, al Pd che metteva in dubbio la veridicità del taglio dello stipendio del 20%.

“Il presidente del Consiglio dice di essersi ridotto lo stipendio del 20%. Dal sito ufficiale del governo non risulta: c’è scritto che prende 114mila euro all’anno, esattamente come i suoi predecessori Renzi e Gentiloni”, aveva polemizzato Michele Anzaldi. Poi è arrivato il messaggio via social: “Ieri pomeriggio alla festa ‘Italia 5 Stelle’ ho annunciato la decurtazione del 20 per cento dello stipendio. Ovviamente nessuno me lo ha chiesto, ma mi sembrava giusto e opportuno farlo. Perché siamo noi i primi a dover dare il buon esempio”, ha affermato Conte.

“Abbiamo tagliato i vitalizi e taglieremo le pensioni d’oro: il concetto di equità è al centro della nostra politica, come anche l’interesse dei cittadini. Proprio all’insegna della trasparenza vi mostro qui la lettera, datata 16 luglio, che riporta la richiesta al Segretario Generale di Palazzo Chigi – Presidenza del Consiglio dei Ministri per la riduzione del 20% dell’indennità di carica spettante al Presidente del Consiglio dei Ministri a cui, appunto, ho fatto riferimento”.

VIRGILIO NOTIZIE | 23-10-2018 09:44

conte-lettera
,,,,,,,