Siria: Mosca, ritiro Iran irreale

Problemi regione non si risolvono senza attori chiave come Iran

(ANSA) – MOSCA, 4 LUG – Chiedere all’Iran di abbandonare il teatro siriano è un approccio “semplicistico” e alquanto “irreale”. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, citato da Interfax. L’influenza iraniana “è stata proiettata non solo sulla Siria ma anche sull’intera regione: è stato detto che l’Iran dovrebbe ritirarsi da ogni luogo e rinchiudersi entro i suoi confini e quindi la pace arriverebbe ovunque. E’ chiaro che questo è assolutamente irrealistico”, ha detto Lavrov. “I problemi della regione non possono essere risolti senza il coinvolgimento dei paesi chiave, tra cui l’Iran, ma anche Arabia Saudita, Giordania, Egitto e molti altri”. “La questione dell’Iran viene affrontata dai media occidentali in un modo estremamente semplicistico, per osservatori e ascoltatori non molto sofisticati: l’Iran se ne deve andare e poi tutto andrà a posto”, ha detto Lavrov nella conferenza stampa in seguito ai negoziati con il ministro degli Esteri giordano Ayman Safadi.

ANSA | 04-07-2018 13:25