,,

Sanremo, finte mail del Senato per avere accredito: denunciato

L’uomo è ritenuto responsabile del reato di "sostituzione di persona”. Aveva attivato un falso dominio per avere un pass

Voleva ottenere un pass per accedere alla 69esima edizione del Festival di Sanremo e per questo si è spacciato per l’ex senatore Sergio Zavoli. La notizia è riportata da alcune testate, come Sky TG24. Un 43enne di Napoli è ritenuto responsabile del reato di “sostituzione di persona”. L’uomo avrebbe attivato un falso dominio denominato “senato.eu”, e quindi diverse caselle di posta elettronica, con l’obiettivo di ricevere un pass per partecipare alla manifestazione canora.

Nei confronti del 43enne la Polizia Postale e delle Comunicazioni ha eseguito una perquisizione locale e informatica e sono stati sequestrati diversi computer, supporti informatici e sette hard disk. Tutto il materiale sarebbe stato utilizzato per svolgere l’attività illecita.

La denuncia che ha fatto scattare le indagini è partita proprio dai vertici della Rai. Sotto osservazione c’era una sospetta corrispondenza mail intrattenuta dall’Ufficio Stampa con quello che sembrava essere l’ex senatore Sergio Zavoli. Sempre Sky TG24 racconta che nello scambio di posta elettronica veniva richiesto per il 43enne, indicato come “pupillo” dell’ex senatore e Capo Ufficio Stampa, un accredito per il Festival di Sanremo.

I poliziotti della Postale hanno scoperto, invece, che non solo qualcuno si stava spacciando per il senatore Zavoli, ma era anche stato registrato fraudolentemente il dominio “senato.eu” al quale erano associati falsi account di posta elettronica di altre figure istituzionali. La Polizia, perciò, ha anche emesso un provvedimento di sequestro dell’intero dominio senato.eu.

VIRGILIO NOTIZIE | 05-02-2019 11:29

Polizia postale Fonte foto: Ansa

TAG:

,,,,,,,