,,

Salvini - Di Maio, la sfida riparte da nomine e flat tax

La Lega archivia rapidamente il caso Rixi e rilancia i propri temi programmatici. Di Maio è pronto a nomi nuovi nelle posizioni chiave del MoVimento

Luigi Di Maio viene confermato capo politico del MoVimento 5 Stelle e ne annuncia una completa riorganizzazione, in una giornata in cui l’alleato scomodo della Lega ha archiviato rapidamente la condanna di Edoardo Rixi, con le dimissioni del viceministro genovese: appena in tempo perché Salvini avesse modo di rilanciare, invece, il tema caldissimo della flat tax. Ecco la sintesi dell’ennesima giornata frenetica, per la politica italiana, ormai trascorsi quattro giorni dalle elezioni europee.

Di Maio: “Domani nuove nomine nei 5 Stelle”

Con il voto degli iscritti sulla piattaforma Rousseau, Luigi Di Maio è stato confermato capo politico del M5S con l’80% delle preferenze. A dire sì alla conferma sono stati 44.849 votanti. In 11.278 hanno invece votato contro. “La riconferma del mio ruolo – ha detto Di Maio su Facebook – è solo il primo passo per avviare una profonda organizzazione del M5S, per renderlo più vicino ai cittadini, per rimarcare la nostra identità. Tra qualche settimana conoscerete la nuova struttura organizzativa. Non perderò tempo, domani avrete già novità sul rinnovo di alcuni ruoli e procedure interne”.

La condanna di Rixi

Se Di Maio mantiene il suo ruolo (politico), il leghista Edoardo Rixi ha dovuto abbandonare il proprio (istituzionale): all’ora di pranzo è stata letta la sentenza con cui il Tribunale di Genova lo ha condannato a 3 anni e 5 mesi, in primo grado, per le “spese pazze” di quando era consigliere regionale della Liguria, reato condiviso, negli anni tra il 2010 e il 2012, con numerosi altri membri dell’aula di Piazza De Ferrari. Rixi ha rassegnato a Matteo Salvini le proprie dimissioni da viceministro delle Infrastrutture. “Ringrazio Rixi per l’incredibile lavoro svolto fino ad ora – la risposta di Salvini -. Da tempo ho nelle mani le sue dimissioni, che accetto unicamente per tutelare lui e l’attività del governo da attacchi e polemiche senza senso. Oggi stesso lo nomino responsabile nazionale trasporti e infrastrutture della Lega, riconoscendogli capacità e onestà assolute”. Anche il Consiglio dei ministri ha approvato le dimissioni di Rixi: “Desidero ringraziarlo per la sensibilità istituzionale manifestata e per il proficuo contributo fin qui fornito alle attività di governo – il commento del premier Giuseppe Conte -. Desidero inoltre esprimere a lui e alla sua famiglia la mia personale vicinanza, con l’auspicio che le sue ragioni possano prevalere nei successivi gradi di giudizio”.

Salvini: “Flat tax al prossimo Consiglio dei ministri”

Adesso, però, come dice l’Ansa, la Lega punta di nuovo sul condono per completare la ‘pace fiscale’. Il partito guidato da Matteo Salvini è pronto a riproporre all’interno del suo pacchetto fiscale, magari anticipando la misura già nel decreto crescita, la cosiddetta ‘dichiarazione integrativa speciale’, già tentata con la manovra ma poi saltata per la contrarietà del MoVimento 5 Stelle. La misura sarebbe riproposta tale e quale, con la possibilità di fare emergere fino a 100 mila euro e comunque non oltre il 30% di quanto già dichiarato pagando un forfait del 20%.

Il Carroccio stringe anche sulla Flat Tax: “Mi premurerò di portare la discussione sulla flat tax per imprese e famiglie nel prossimo Consiglio dei ministri, quando sarà convocato”, ha affermato Matteo Salvini, rilanciando anche sulla Tav: “I nostri contatti con Ue dicono possono arrivare buone notizie sugli investimenti, le grandi opere, la Tav. Se la quota di partecipazione di investimento dell’Ue dovesse aumentare fino al 55 per cento sarebbe evidente che diventerebbe vantaggioso completare una opera fondamentale”.   Critico sulla flat tax è il segretario del Pd, Nicola Zingaretti: “Salvini la spara grossa con altre idee fantasiose, che poi dovranno pagare gli italiani. C’è un tasso di irresponsabilità che porta l’Italia rischiare molto e bisogna essere molti vigili”.

Berlusconi: “Continuerò a guidare Forza Italia”

Dal canto proprio, Silvio Berlusconi annuncia: “Continuerò a guidare il movimento che ho fondato con l’energia e la passione di sempre”. Lo ha detto al Comitato di presidenza di Forza Italia, aggiungendo che si impegnerà in ambito Ue: “Per farci trovare pronti in vista delle prossime sfide e anche per mettere immediatamente fine a sterili quanto inutili polemiche interne abbiamo ritenuto di avviare un percorso condiviso di rinnovamento del Movimento, che si compirà con lo svolgimento in autunno del Congresso Nazionale”.

VirgilioNotizie | 30-05-2019 22:17

di-maio-salvini Fonte foto: Ansa
,,,,,,,